Indagine Manpower: Segnali di ripresa per l’occupazione

Indagine Manpower: Segnali di ripresa per l’occupazione

Milano – Uno scenario occupazionale più favorevole attende il mercato del lavoro italiano all’inizio del nuovo anno. L’indagine previsionale di Manpower sull’Occupazione nazionale
ha registrato infatti intenzioni di assunzione con segno positivo da parte dei datori di lavoro nel nostro Paese, ai quali è stato chiesto di esprimere le prospettive del proprio
organico aziendale per i primi tre mesi del 2011.

A seguito degli aggiustamenti legati ai fattori stagionali, il risultato delinea una previsione netta sull’occupazione che si attesta a 3%, registrando un considerevoleincremento di 9 punti
percentuali rispetto al trimestre precedente e di 10 punti rispetto allo stesso periodo del 2010. Si tratta del primo dato con segno positivo dal terzo trimestre del 2008.

L’indagine realizzata da Manpower si basa sulle risposte di 1000 datori di lavoro e rappresenta a livello mondiale la più estesa inchiesta previsionale sul mercato del lavoro.

Le previsioni di assunzione emerse dalle singole macro-aree geografiche del Paese offrono ulteriori segnali positivi. Gli imprenditori del Nord Ovest (8%) prospettano la situazione occupazionale
più favorevole di tutta Italia. Anche i datori di lavoro del Centro (6%) e del Nord Est (3%) esprimono intenzioni di assunzione rafforzate rispetto al trimestre passato. Gli imprenditori
di Sud e Isole (-5%) prospettano invece la situazione occupazionale meno ottimista, ma la previsione registra un miglioramento sia rispetto ai tre mesi precedenti che allo stesso periodo del
2010.

Dal confronto tra settori, i datori di lavoro di otto dei dieci comparti presi in esame dall’indagine prospettano un’attività di assunzione più intensa sia rispetto ai tre mesi
trascorsi che allo stesso periodo dell’anno precedente. Le intenzioni più ottimiste sono espresse dagli imprenditori del comparto Pubblico e Sociale (9%) mentre il settore dell’Edilizia
(-16%) esprime le prospettive occupazionali più deboli.

“Lo scenario occupazionale prospettato dai datori di lavoro del nostro Paese torna a volgere al bello con segnali confortanti che si consolidano di mese in mese. Questa tendenza esprime la
volontà delle aziende italiane a voler agganciare con fermezza il treno della ripresa equipaggiandosi del personale professional con un bagaglio di sistema di capacità – flessibile,
con doti di leadership, con efficacia comunicativa, orientato ai risultati e ottima resilienza – adeguato a fronteggiare le sfide di un mercato in continua evoluzione” dichiara Stefano Scabbio,
presidente e amministratore delegato di Manpower Italia.

“La consueta cautela delle imprese nel definire il proprio organico che solitamente caratterizza l’inizio di un nuovo anno, lascia ora più spazio alla consapevolezza dell’importanza delle
risorse umane con leadership perché in grado di generare innovazione ed essere agenti attivi del cambiamento, ingredienti oggi indispensabili di competitività e successo. Da qui la
rinnovata attenzione soprattutto ai ruoli chiave del proprio staff, per dotarsi di abilità e specializzazioni imprescindibili per essere competitivi sia nei mercati consolidati che in
quelli nuovi, orientando di conseguenza in tale direzione anche gli investimenti aziendali”.

A livello nazionale, i datori di lavoro italiani prospettano dunque la situazione occupazionale più ottimista dalla fine del 2008. Con il 15% di essi che prevede un incremento del proprio
organico, il 13% che indica invece una riduzione e il 70% che non prospetta sostanziali variazioni, il risultato dell’indagine previsionale si attesta su un fiducioso 3%, con un notevole margine
di incremento sia sul trimestre che sull’anno precedente. Ciò significa che gli italiani in cerca di occupazione avranno maggiori opportunità rispetto a quelle avute negli ultimi
anni.

A livello regionale, i datori di lavoro di tre delle quattro macro aree d’Italia prevedono un aumento del proprio organico da gennaio a marzo. Le prospettive di assunzione maggiormente ottimiste
sono espresse dai datori di lavoro del Nord Ovest (8%) con un dato previsionale che migliora di 20 punti percentuali rispetto ai tre mesi precedenti e di 16 punti rispetto allo stesso periodo del
2010. Si tratta della previsione più favorevole dal terzo trimestre del 2003 a oggi.

I datori di lavoro del Centro Italia (6%) prospettano un trend occupazionale positivo, che registra un incremento di 7 e 11 punti percentuali rispettivamente sul trimestre e sull’anno precedenti.
Anche il Nord Est (3%) esprime intenzioni incoraggianti con un dato previsionale che si rafforza di 6 punti percentuali dal confronto con gli ultimi tre mesi e di 12 punti rispetto al primo
trimestre del 2010. Il Sud e Isole (-5%) registrano le prospettive occupazionali meno ottimiste, tuttavia la previsione migliora di 4 e 3 punti percentuali rispettivamente sul trimestre e
sull’anno precedenti.

Dal confronto tra settori, in cinque dei dieci settori presi in esame dall’indagine la previsione occupazionale per il prossimo trimestre ha segno positivo. Le prospettive più favorevoli
sono indicate dai datori di lavoro del comparto Pubblico e Sociale (9%) con una previsione che registra un incremento di 6 punti percentuali rispetto al trimestre precedente e di 9 punti rispetto
ai primi tre mesi del 2010. Anche il settore Ristoranti e Alberghi (2%) prospetta uno scenario occupazionale positivo. Mentre la previsione meno ottimista è espressa dal comparto
dell’Edilizia (-16%) con un dato che perde 8 punti percentuali sia sul trimestre che sull’anno precedenti.

Il confronto internazionale – L’ottimismo del mercato del lavoro mondiale sembra continuare anche nel primo trimestre del nuovo anno, con i datori di lavoro che esprimono maggiori intenzioni di
assunzione rispetto a dodici mesi fa in 28 dei 39 Paesi e territori, comprese le nazioni del G7 – Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti – dove le prospettive
occupazionali sono stabili o in crescita sia rispetto al trimestre precedente che allo stesso periodo del 2010. I datori di lavoro tedeschi riportano le previsioni più forti dall’inizio
del 2008.

A livello globale, l’indagine di Manpower mostra che i datori di lavoro in 32 dei 39 Paesi e territori prospettano scenari occupazionali tutti positivi ma di differente portata, come in Cina,
Taiwan, Brasile, Turchia e Singapore dove sono espresse le intenzioni di assunzione maggiormente favorevoli. Al contrario, le prospettive più deboli e le uniche con segno negativo sono
riportate dai datori di lavoro in Grecia, Repubblica Ceca, Austria, Irlanda, Spagna e Romania. Bulgaria,Slovenia e Turchia sono state prese in esame dall’indagine per la prima volta in questo
trimestre.

I dati dei 39 Paesi coinvolti nell’indagine sono consultabili all’indirizzo www.manpower.com/meos.

Clicca qui per visualizzare l’indagine completa in pdf

www.manpower.it

MANPOWER

Manpower è uno dei principali datori di lavoro privati al mondo e garantisce un’occupazione a 2 milioni di persone ogni anno. Con 21 miliardi di dollari di fatturato, la società
si conferma leader nell’industria dei servizi per il lavoro e supporta le aziende nella gestione dell’intero ciclo occupazionale in ogni fase della loro attività. Opera in 82 Paesi e
fornisce personale a oltre 400.000 aziende clienti. È presente in Italia dal 1994 e oggi opera come Agenzia per il Lavoro attraverso una rete di oltre 430 filiali e uno staff di 2.000
dipendenti.

È specializzata in ricerca e selezione di personale per tutte le posizioni professionali; somministrazione di lavoro a tempo determinato; pianificazione e realizzazione di progetti di
formazione; consulenza per l’organizzazione aziendale; servizi di ricollocamento del personale, servizi di outsourcing e consulenza. Manpower nel 2008 ha garantito una nuova occupazione a
più di 200 mila lavoratori con assunzioni a tempo determinato e indeterminato in circa 26 mila aziende italiane.

MANPOWER NEL MONDO

Manpower Inc. (NYSE: MAN) is a world leader in workforce solutions; creating and delivering services that enable its clients to win in the changing world of work. With over 60 years’
experience, Manpower offers employers a range of services and solutions for the entire employment and business cycle including permanent, temporary and contract recruitment; employee assessment
and selection; training; outplacement; outsourcing and consulting.

Manpower’s worldwide network of nearly 4,000 offices in 82 countries and territories enables the company to meet the needs of 400,000 clients per year, including small and medium size
enterprises in all industry sectors, as well as the world’s largest multinational corporations. The focus of Manpower’s work is on raising productivity through improved quality, efficiency and
cost-reduction across their total workforce, enabling clients to concentrate on their core business activities. Manpower Inc. operates under five brands: Manpower, Manpower Professional, Elan,
Jefferson Wells and Right Management. More information about Manpower Inc. is available at www.manpower.com.

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento