IMU – Sindaco Milano Pisapia, Colombo Clerici Presidente Assoedilizia concorde

IMU – Sindaco Milano Pisapia, Colombo Clerici Presidente Assoedilizia concorde

Milano, 5 aprile, 2012
Assoedilizia concorda con il Sindaco di Milano nel riconoscere all’Imu, quale risulta dall’impostazione data dal Governo, gravi effetti distorsivi.

Prelievo elevatissimo, incostituzionale e foriero di effetti deleteri: a rischio l’equilibrio della locazione in Italia.

Dichiarazione del presidente di Assoedilizia e vice presidente di Confedilizia, Achille Colombo Clerici:

« L’obbligo per i Comuni di trasferire allo Stato la metà del gettito ricavabile teoricamente dall’applicazione della aliquota-base del 7,6 per mille, li costringe a praticare un
prelievo elevatissimo a carico dei contribuenti, per ottenere le entrate necessarie a far quadrare i bilanci comunali.

Questo sistema rischia di prospettarsi come incostituzionale poichè, peraltro, impedirebbe ai Comuni di avere quella autonomia finanziaria che è prevista dall’art. 119 della
Costituzione, e che permetterebbe ai singoli enti locali, attraverso imposte proprie, di perseguire, mediante la modulazione delle aliquote, particolari e specifiche politiche a sostegno di
situazioni, attività e funzioni meritevoli di tutela: quali ad esempio la locazione privata di immobili.

Nella bozza di decreto governativo circolante prima del 5 dicembre 2011 era contenuta una norma che, in linea con la legge istitutiva dell’Imu (Federalismo Fiscale Municipale), prevedeva la
riduzione dell’aliquota dell’ Imu sperimentale al 4 per mille, per tutti gli immobili locati.
Con quale logica è sparita nel testo del “Salva Italia”?»  

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento