Imprese artigiane: le domande per il finanziamento dell'internazionalizzazione

Sulla G.U. n. 120 del 23 maggio 2008 è stato pubblicato il decreto 12 febbraio 2008 con cui il Ministero del commercio internazionale ha fissato le modalità ed i termini per la
presentazione delle domande di finanziamento a favore dell’internazionalizzazione delle imprese artigiane.
Il decreto, in particolare, prevede che possano presentare domanda di finanziamento:
a) i consorzi all’esportazione collegati ad imprese artigiane, per progetti che coinvolgono almeno tre imprese artigiane, la cui ragione sociale va espressamente indicata nella domanda;
b) i raggruppamenti, anche costituiti ad hoc, di almeno 3 imprese artigiane: in questo caso la domanda deve essere sottoscritta dai legali rappresentanti di tutte le aziende partecipanti ed
indicare anche il soggetto capofila del progetto.
Le imprese, inoltre, devono essere operative da almeno un anno ed i raggruppamenti costituiti ad hoc devono costituire formalmente una RTI entro 30 giorni dalla data di comunicazione
dell’ammissione al finanziamento.
Sono finanziabili i progetti che prevedono la promozione all’estero di prodotti o servizi di imprese artigiane presentati da aggregazioni di imprese artigiane e l’importo massimo finanziabile
è pari a Euro 80.000 (fermo restando il limite del 50% del costo complessivo del progetto e fatti salvi i casi di disponibilità regionale o provinciale inferiore), che sale a Euro
100.000 nel caso di domanda presentata da almeno 5 imprese.
La domanda, redatta su apposito modello, deve essere spedita con raccomandata postale o per corriere entro 45 giorni dalla pubblicazione del decreto e deve comprendere tutta la documentazione
specificata nell’allegato al decreto.

Decreto 12 febbraio 2008 del Ministero del commercio internazionale

Allegati

Leggi Anche
Scrivi un commento