Il Ristorante da Riccardo di Asiago propone un menù speciale per la “Giornata del Bacalà alla Vicentina”

Il Ristorante da Riccardo di Asiago propone un menù speciale per la “Giornata del Bacalà alla Vicentina”

Torna l’appuntamento più atteso dagli amanti del piatto simbolo della tradizione culinaria vicentina. Da qualche anno, infatti, il giorno 11 novembre si celebra la “Giornata del
Bacalà alla Vicentina”, promossa dai 41 ristoranti dell’omonima Venerabile Confraternita. Tra questi c’è anche il ristorante Da Riccardo Al Maddarello di Asiago che per l’occasione
propone, come gli altri ristoranti del gruppo, la possibilità di gustare un buon piatto di bacalà alla vicentina accompagnato da polenta fumante, sia a pranzo che a cena, al prezzo
promozionale di 12 euro.

Ma per chi desidera assaporare al meglio il sapore inconfondibile del “Bacalà” (con una “C”, come vogliono i “puristi”), Riccardo dà la possibilità di scegliere anche il
menù degustazione, una proposta completa, dall’antipasto al dessert, in grado di valorizzare appieno ed in diverse versioni le peculiarità di questa ricetta tipica, al prezzo
veramente eccezionale di 25 euro. Si parte da un antipasto di mantecato di bacalà alla vicentina con chips di polenta, patate e cipolla e peperone rosso per proseguire con degli gnocchi di
patate di Rotzo con bacalà e finferli e Bacalà alla vicentina con polenta di Maranello e concludere con un sorbetto ai lamponi, il tutto annaffiato come di rigore da dell’ottimo
Vespaiolo della DOC Breganze che con il Bacalà si sposa perfettamente.

La storia del baccalà è antica e la tradizione di quello alla Vicentina risale ancora al 1432, quando una spedizione agli ordini dal capitano veneziano Pietro Querini affondò
al largo delle isole Lofoten, in Norvegia. Fu proprio questo sbarco avventuroso a segnare la nascita del piatto ed, in particolare, furono gli stoccafissi che Querini portò con sé a
casa a illuminare ed ispirare molti gastronomi vicentini che ci videro subito un’alternativa al costoso pesce fresco, oltrettutto facilmente deperibile. Dalle lontane isole norvegesi, dove viene
pescato, lo stoccafisso continua ancora oggi ad essere sapientemente preparato con passione ed impegno, nel rispetto di una ricetta rigorosa.

Leggi Anche
Scrivi un commento