Il Piano agrumicolo nazionale: cultura, tradizioni e qualità degli agrumi

Il Piano agrumicolo nazionale: cultura, tradizioni e qualità degli agrumi

 

Un volume che analizza il legame tra cultura e agrumi e la sua influenza sull’organizzazione del lavoro, sui rapporti sociali e sul paesaggio agricolo oltre ad approfondire aspetti
della valorizzazione commerciale delle produzioni tipiche attraverso le forme di certificazione della qualità. Il Piano agrumicolo nazionale è il documento di
programmazione di medio-lungo periodo del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali per guidare l’innovazione e la riorganizzazione del comparto agrumicolo
italiano.

 L’obbiettivo, si legge nella presentazione del volume redatta dal presidente dell’Inea Lino Carlo Rava, è quello di ricostruire la competitività sui
mercati delle nostre produzioni, in particolare per il prodotto fresco.

L’Inea, Istituto nazionale di economia agraria, è stato chiamato a svolgere una serie di attività tra le quali c’è anche l’approfondimento e
ricerca su tematiche specifiche legate al comparto agrumicolo. In quesot contest osi si inserisce la collana “I quaderni del progetto Piano agrumicolo”, finalizzata ad
approfondire alcune importanti tematiche che riguardano il comparto. Il volume ‘Cultura, tradizioni e qualità degli agrumi’.a cura di Francesca Giarè e Sabrina
Giuca, è il quarto quaderno della collana.

La prima parte del lavoro analizza il legame tra cultura e agrumi e la sua influenza sull’organizzazione del lavoro, sui rapporti sociali e sul paesaggio agricolo; la seconda parte
approfondisce gli aspetti della valorizzazione commerciale delle produzioni tipiche attraverso le forme di certificazione della qualità, non sempre accessibili per
l’agrumicoltore.

Natalie Nicora

 

Leggi Anche
Scrivi un commento