Il network GÉANT si espande

La Commissione europea ha annunciato che GÉANT, la rete europea multi-gigabit di calcolatori, verrà connessa mediante collegamenti ad alta velocità alle infrastrutture
delle reti regionali di ricerca in tutto il mondo, scopo di questa recente espansione è di creare un solo network globale per la ricerca.

GÉANT è stato lanciato nel 2000. Da allora, essendo il più grande network di computer al mondo dedicato alla ricerca e all’istruzione, ha creato connessioni tra i
ricercatori, da Reykjavik in Islanda, fino a Vladivostok in Russia. Attualmente serve circa 30 milioni di utenti in più di 3500 università e centri di ricerca e connette 34
network nazionali per la ricerca.

Con la sua ultima espansione GÉANT si collegherà alle infrastrutture delle reti di ricerca emergenti nelle aree dei Balcani, del Mar Nero, del Mediterraneo, nonché di Asia,
Africa meridionale e America Latina.

‘Grazie all’enorme capacità di elaborare dati di GÉANT, l’Europa può ora riunire le menti migliori del mondo per affrontare le sfide che tutti ci troviamo a fronteggiare,’
ha detto Viviane Reding, Membro della Commissione per la Società dell’Informazione e i Media dell’UE. ‘L’investimento economico dell’Europa in una rete dorsale ad alta velocità
per la ricerca (circa 23 Mio EUR all’anno) favorisce la competitività dell’Europa, ma fa anche crescere la collaborazione tra i ricercatori su scala globale.’

‘Investendo ulteriori 90 Mio EUR fino al 2012 nella 3° generazione di GÉANT, l’UE si impegna a rimanere all’avanguardia nell’evoluzione di Internet, e a rendere la collaborazione
scientifica senza interruzioni e semplice,’ ha aggiunto Reding, Membro della Commissione.

Il network GÉANT, nella sua forma attuale, è in parte finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del suo sesto programma quadro (6°PQ), e riceve un totale di 93 Mio EUR
in un periodo di quasi cinque anni. Ulteriori aiuti finanziari vengono forniti dai Paesi partecipanti.

In quanto avanzata rete dorsale pan-europea che connette le reti nazionali per la ricerca e l’insegnamento (NREN) in tutta Europa, GÉANT ha contribuito a vari progetti scientifici. Ad
esempio, nell’ambito del progetto EXPReS dell’UE sulla radioastronomia, esso fornisce la larghezza di banda necessaria per trasferire enormi quantità di dati tra i più grandi
radiotelescopi del mondo in Cina, Europa, Sud Africa, Cile e un supercomputer che si trova nei Paesi Bassi.

GÉANT verrà anche coinvolto come base per le comunicazioni a livello globale per il Large Hadron Collider (LHC) del Centro Europeo per la Ricerca Nucleare (CERN), che si dice
essere il più grande esperimento scientifico mai svolto. Quando LHC andrà on-line nel corso dell’anno, esso dipenderà dalla trasmissione di quantità mai viste di
dati, che raggiungeranno i 15 milioni di gigabyte all’anno, verso 5000 scienziati in tutto il mondo.

Per ulteriori informazioni:
http://www.geant2.net/

Leggi Anche
Scrivi un commento