Il Biellese accoglie l'innovazione

Biella – Una zona rilevante del Biellese (tutta quella in cui vi sono insediamenti produttivi) è stata inserita negli aiuti di stato alle imprese, in deroga ai vincoli dell’Unione
Europea che non permettevano tali aiuti.

Questo ed altri provvedimenti sono stati annunciati dall’assessore regionale Andrea Bairati che si è incontrato giovedì 15 novembre nella sede della Camera di commercio con i
membri del Comitato di Distretto di Biella.

“Un incontro molto positivo – commenta il Presidente della Provincia Sergio Scaramal – in quanto Bairati, riconoscendo che si è sviluppato un buon lavoro di territorio con i Piani
territoriali integrati, ha annunciato che sono stati approvati in Regione i contratti di insediamento che prevedono incentivi per le aziende che si stabiliscono in Piemonte. Formeremo un tavolo
tecnico che lavori per proporre entro fine anno ulteriori incentivi anche a livello territoriale”.

Nel dettaglio sono beneficiari diretti le imprese di qualunque dimensione che esercitano attività diretta alla produzione di beni e servizi, iscritte al Registro delle imprese.
Nel dettaglio sono beneficiari diretti: le imprese a partecipazione o controllo estero, che intendano insediare una unità locale in Piemonte; le imprese italiane che hanno delocalizzato
la produzione all’estero ma che intendono reinvestire in Piemonte; le imprese italiane che intendono localizzare nuovi impianti produttivi in Piemonte.
L’obiettivo principale degli insediamenti produttivi consiste nel favorire l’insediamento appunto e lo sviluppo in Piemonte di investimenti produttivi dall’estero o da aree esterne alla
Regione, in sintonia con le linee strategiche della programmazione regionale per garantire competitività, sviluppo e innovazione del sistema economico-produttivo piemontese.

Un altro obiettivo è la creazione di sinergie con il territorio per la crescita di occupazione, di conoscenze e di utilizzo delle infrastrutture realizzate o da realizzare.
“E’ una grande opportunità – osserva ancora Scaramal – che vogliamo utilizzare nel migliore dei modi. Bairati ci ha anche consigliato di continuare il gioco di squadra nel territorio
scegliendo, per ottenere finanziamenti europei, quei due o tre progetti che più vanno in direzione della ricerca, della innovazione e del miglioramento della qualità della vita
nel Biellese”.

Leggi Anche
Scrivi un commento