Il 30 ottobre scioperano i metalmeccanici

Dopo le consultazioni sul welfare e l’approvazione del protocollo da parte del cdm, le categorie sindacali dei metalmeccanici (Fim-Cisl, Uilm-Uil e Fiom-Cgil) sono Insoddisfatte su tutti i
fronti e hanno proclamato lo sciopero per il 30 ottobre 2007.
I lavoratori metalmeccanici, dunque, scenderanno in piazza e dal 15 ottobre 2007 saranno indette a cura di Fim-Cisl, Uilm-Uil e Fiom-Cgil assemblee per illustrare lo status della vertenza per
il rinnovo del CCNL e sollecitare la partecipazione agli scioperi e alle manifestazioni.
Le segreterie nazionali Fim, Fiom, Uilm, inoltre, hanno giudicato complessivamente negativo lo stato del negoziato ed hanno proclamato lo sciopero di straordinari e flessibilità: 8 ore
di sciopero di cui almeno 4 da svolgersi nella giornata del 30 ottobre con iniziative varie.

I dati del Referendum dei metalmeccanici sull’accordo Cgil, Cisl, Uil e Governo
“Previdenza, lavoro e competitività per l’equità e la crescita sostenibile” del 23 luglio 2007

Totale nazionale – Votanti  607.890

Favorevoli: 282.578 (47,61%)

Contrari: 310.993
(52,39%)


Secondo quanto dichiarato da Gianni Rinaldini segretario generale della Fiom-Cgil “il Comitato centrale non ha approvato l’intesa pur apprezzandone diversi aspetti come quelli relativi
all’incremento delle pensioni basse, la totalizzazione dei contributi per interventi sugli ammortizzatori sociali ecc. In sostanza quelle misure che sono coperte finanziariamente da una parte
dell’extra-gettito”.
“La non approvazione – ha concluso Rinaldini – deriva essenzialmente dal giudizio sui capitoli dell’intesa relativi alle modalità di superamento dello scalone Maroni, mercato del lavoro
e straordinari.

Leggi Anche
Scrivi un commento