Groenlandia, gli ambientalisti attaccano: venduta ai turisti carne di balena

Groenlandia, gli ambientalisti attaccano: venduta ai turisti carne di balena

La Whale and dolphin conservation society (Wdcs) si schiera contro le autorità della Groenlandia.

Secondo gli animalisti, attivi nella difesa di balene e delfini, i politici catturano tali creature per inserirli nei menu per turisti.

E questo, ricordano gli ecologisti, va contro le regole.

L’Iwc, la Commissione baleniera internazionale, permette alla Groenlandia di uccidere un numero limitato di cetacei, da destinare agli indigeni locali. Lo Stato sfrutta tale copertura per
pescare quantità ben maggiore di specie protette.

Gli investigatori Wdcs hanno esaminato 31 ristoranti, 24 dei quali offrivano piatti con carne di balena, pensati per turisti. Controlli ha spettro più ampio hanno individuato 200.000
pasti, sempre per viaggiatori, con tracce di carne di cetaceo. Le conclusioni Wdcs sono inequivocabili: sebbene in 25% il numero dei groenlandesi sia aumentato solo del 10%, la caccia è
aumentata del 90%. Per questo l’associazione ha intezione di fare ufficiale richiesta all’Iwc di (quantomeno) ridurre i limiti concessi allo Stato.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento