Great Wine Capitals

Firenze – Si è chiuso a Porto il meeting delle Grandi Capitali del Vino; progetti, nuove tendenze, ricerca e turismo legati al mondo del vino sono stati oggetto di confronto tra i
rappresentanti delle città di Bordeaux, Bilbao-Rioja, Città del Capo, Firenze, Mendoza, Porto e Napa Valley, nel contesto della conferenza “Il dialogo tra nuovo e vecchio mondo:
cooperazione internazionale nel settore vitivinicolo”.

Con l’intervento della rappresentante della commissione europea Meglena Kuneva, membro della commissione per la Tutela del Consumatore, è stata sottolineata l’importanza della
condivisione delle regole comuni nel settore vitivinicolo per la salute del consumatore europeo.
La delegazione fiorentina, guidata dal presidente dello Steering Committee, Bernardo Gondi, era composta dai rappresentanti della Camera di Commercio di Firenze, tra cui Enrico Bocci, della
Provincia di Firenze, tra cui l’assessore all’agricoltura Pietro Roselli, e dell’Università di Firenze.
Il meeting ha avuto inizio domenica 11 novembre con il Porto Wine Festival, nell’antica sede del Palacio da Bolsa, dove sono stati presentati i migliori vini delle città della rete:
grande successo ha riscosso Firenze con una selezione di vini del Chianti.

Hanno partecipato attivamente ai lavori il direttore della ricerca in campo agricolo dell’Istituto di Biometereologia di Firenze, Gaetano Zipoli, che ha
illustrato gli investimenti necessari nel settore vitivinicolo per fronteggiare i cambiamenti climatici, e il dirigente dell’area Sviluppo delle Imprese e del
Mercato della Camera di Commercio, Gerri Martinuzzi, che ha rappresentato Firenze nel meeting delle Camere di Commercio delle città della rete, per fare il punto sulle attività
promozionali realizzate da questi enti nel settore agricolo.

I risultati dei seminari svolti fino ad oggi, sia nel settore del turismo che nel marketing, hanno evidenziato che le due realtà del nuovo e vecchio mondo vinicolo possono non essere in
competizione preferendo la cooperazione, utile alla crescita e allo sviluppo dell’economia di tutti i paesi coinvolti.
Una delle novità del meeting è stato l’interesse dimostrato dalla città tedesca di Magonza (Mainz), che potrebbe portare un allargamento della rete internazionale del Great
Wine Capitals, includendo la regione della Renania. Inoltre, il network delle agenzie di viaggio che promuove il turismo del vino nelle città della rete, da quest’anno include anche
Firenze.
L’evento si è concluso con la premiazione del concorso Best of Wine Tourism nel quale il Castello di Meleto è risultato vincitore dell’award internazionale per la sezione
Ricettività.

Leggi Anche
Scrivi un commento