Governo e industria cechi lanciano un premio scientifico per gli studenti

L’impresa ceca Ceska Hlava, in collaborazione con il senato ceco e il ministero ceco per l’Istruzione, i giovani e lo sport, ha indetto un concorso per gli studenti della scuola secondaria.
Intitolato «Innovating Minds – Czech Awards for Young Europeans» (Menti innovative: premi cechi per i giovani europei), il concorso sulle scienze naturali e la tecnologia è
aperto a tutti gli europei fino ai 19 anni di età.

Il premio sarà assegnato in cinque categorie: tecnologia dell’informazione e della comunicazione (TIC), salute e qualità della vita, ambiente, innovazioni di prodotto e
tecnologiche e progettazione e architettura. I candidati dovranno presentare la sinossi del loro progetto on line, corredata della revisione di un esperto indipendente, fornita ad esempio da un
insegnante di scienze. Le domande di partecipazione al Premio Innovating Minds 2008 dovranno essere presentate entro il 10 settembre. La cerimonia di premiazione si terrà nell’ottobre
2008 a Praga.

Una giuria internazionale selezionerà i vincitori di ogni categoria, ciascuno dei quali riceverà 5.000 EUR. La giuria è composta da scienziati, politici ed esperti del
mondo industriale. Anche due vincitori del Premio Nobel, il professor Richard Ernst, Premio Nobel per la chimica nel 1991, e il professor Timothy Hunt, Premio Nobel per la medicina nel 2001,
hanno accettato di fare parte della giuria. La loro partecipazione è stata possibile grazie ai legami precedentemente instaurati da questi studiosi con il rettore dell’Università
di economia di Praga, il professor Richard Hindls, e alla sua forza di persuasione, ha dichiarato Katarina Stursová di Ceska Hlava al Notiziario CORDIS.

Questo nuovo premio è stato ideato sulla falsariga di un concorso locale ceco che è stato lanciato nel 2007 e che si è rivelato un grande successo, ha affermato Katarina
Stursová. I progetti presentati provenivano principalmente dal campo della medicina e, ad esempio, riguardavano problemi come l’ipotensione. Altre domande di partecipazione erano
incentrate su questioni tecnologiche: «Uno dei vincitori dell’anno scorso è stato un ragazzo di 12 anni che ha trovato il modo di accendere e spegnere la luce e il riscaldamento
utilizzando un cellulare, senza alcun costo per l’utente», ha ricordato Katarina Stursová.

Inoltre, i partner che hanno ideato questo premio si sono resi conto che non esisteva «nulla di simile in Europa», ossia che mancava un concorso scientifico e tecnologico rivolto
agli studenti delle scuole secondarie, ha spiegato la signora Stursová nell’intervista. Secondo il sito Internet del progetto, il premio Innovating Minds intende «contribuire a
sviluppare l’interesse dei giovani per la carriera di scienziato e ricercatore».

Secondo le stime, nei prossimi anni l’Europa avrà carenza di un milione di scienziati e ricercatori, a causa sia della «fuga di cervelli» determinata dai giovani ricercatori
che si recano negli Stati Uniti per intraprendere le loro carriere, sia della mancanza di interesse dei giovani nei confronti della scienza e della ricerca. Nella Repubblica ceca la situazione
è analoga: l’età media delle persone che lavorano in ambito scientifico è sempre più alta, ha affermato Katarina Stursová, e i giovani che intraprendono gli
studi scientifici sono ben pochi. «Sono tutti interessati a giurisprudenza ed economia», ha dichiarato. Inoltre, i potenziali studenti universitari devono affrontare test di accesso
estremamente difficili. «Tuttavia, la situazione sta leggermente migliorando», ha aggiunto.

Nel 2002 l’impresa Ceska Hlava ha lanciato un progetto volto a sostenere e promuovere la scienza e la tecnologia ceche. Nel quadro del progetto, l’impresa ha assegnato ai migliori scienziati e
ingegneri premi annuali che nella Repubblica ceca sono diventati prestigiosi quasi quanto il Premio Nobel.

Per ulteriori informazioni consultare:

Leggi Anche
Scrivi un commento