Gaza, Fini contro Santoro. “A Annozero superato il limite di decenza”

 

Il presidente della Camera, Gianfranco Fini, ha telefonato al presidente della Rai, Claudio Petruccioli, dopo la tempestosa conclusione della trasmissione Annozero di ieri sera, quando
Lucia Annunziata se n’è andata in diretta, in polemica con Santoro.

L’Annunziata aveva accusato il conduttore di aver condotto la trasmissione su una linea troppo filo Hamas, sottovalutando le ragione di Israele. Santoro aveva replicato accusando
l’Annunziata di inserirsi nel coro dei difensori di Israele e la giornalista (che è stata per una breve stagione anche presidente della Rai) aveva abbandonato per protesta il
programma.

Nel corso del colloquio con Petruccioli, Fini ha affermato che nella trasmissione di ieri sera “è stato superato il livello di decenza”. Il presidente della Camera ha poi
chiamato Lucia Annunziata per esprimerle “solidarietà e apprezzamento”.

L’ambasciatore scrive alla Rai

Interviene anche Gideon Meir, ambasciatore israeliano in Italia che scrive una lunga lettera a Petruccioli in cui attacca “Annozero” parlando di “spettacolo vergognoso che speriamo non
si ripeta più”. Il diplomatico esprime “protesta e sconcerto” per la trasmissione andata in onda giovedì su Raidue, ma non dice una parola sui dati diffusi proprio ieri
dall’Unicef, che certificano che 322 bambini sono stati ammazzati a Gaza.

La risposta con una Vaf di Santoro

La risposta di Annozero è preceduta da un titolo singolare: VAF, che sta per Valutazione a freddo. Ecco il testo, firmato da Michele Santoro, che appare sul sito della
trasmissione: “In un paese normale il livello della decenza lo supera un Presidente della Camera che, travalicando i suoi compiti istituzionali, interviene per richiedere una censura
nei confronti di un giornalista che sta compiendo il suo dovere di informare l’opinione pubblica”.

E, polemicamente, il sito riporta anche la legge che regola il funzionamento della Rai: “La determinazione dell’indirizzo generale e l’esercizio della vigilanza dei servizi
radiotelevisivi competono alla Commissione parlamentare di vigilanza sul servizio pubblico radiotelevisivo”. 

Insorge tutta Alleanza nazionale

Praticamente l’intero gruppo dirigente di Alleanza nazionale insorge contro la replica di Santoro a Fini: ‘Quando perfino l’ex presidente della Rai Lucia Annunziata, scelta dalla
sinistra, sente il bisogno di protestare, alzarsi e abbandonare la trasmissione Annozero per la evidente e insopportabile faziosità, Santoro farebbe bene a starsene in silenzio.
Indecente è il suo tentativo di dare giudizi al Presidente della Camera a cui vorrebbe addirittura togliere il diritto di commentare opportunamente e oltretutto nelle sedi
appropriate, una trasmissione come quella andata in onda ieri sera”: la dichiarazione sarebbe di “ordinaria amministrazione” se non fosse firmata dall’intero gruppo dirigente di
Alleanza nazionale. Ecco i nomi: Ignazio La Russa, Altero Matteoli, Gianni Alemanno, Andrea Ronchi, Giorgia Meloni, Maurizio Gasparri, Italo Bocchino, Carmelo Briguglio, Giovanni
Collino, Donato Lamorte, Marco Martinelli, Franco Pontone e Barbara Saltamartini.

Bobo Craxi: “Indecente è la guerra”

Sulla vicenda interviene anche “Bobo” Craxi: “Se Santoro, che naturalmente è un giornalista parziale, è accusato di avere mandato in onda delle immagini di guerra che fino
a ieri non aveva visto nessuno, allora sicuramente è colpevole.

In questo caso, se c’è un appunto da fare alla trasmissione, è che si è tralasciato un aspetto politico della delicata questione mediorientale, per fare spazio ai
sentimenti e alle emozioni che attraversano le due parti in lotta, che, come è naturale, sono emozioni e sentimenti contrastanti. Non so per il Presidente Fini quale sia il
livello di decenza a cui fa riferimento, perché gli atti di guerra, da qualsiasi parte provengano, sono sempre indecenti”. 

Leggi Anche
Scrivi un commento