Frodi comunitarie, riunione del Comitato

Il Comitato per la lotta contro le frodi comunitarie, presieduto dal Ministro per le Politiche Comunitarie, Emma Bonino, ha deliberato la costituzione presso il Dipartimento di un ambiente
informatico comune (AIC) che raccolga tutti i dati oggi a disposizione delle diverse amministrazioni interessate.

L’Italia informa la Commissione europea in caso di frodi e irregolarità per importi superiori ai 10mila euro e la comunicazione viene effettuata da soggetti differenti a seconda del tipo
di fondo interessato.

Con la costituzione dell’AIC non si dovrà attendere la Relazione annuale della Commissione europea per conoscere le statistiche relative alle irregolarità e frodi in Italia, ma si
potrà avere un monitoraggio costante dei dati e la possibilità ,quindi, di intraprendere una serie di azioni finalizzate alla prevenzione.

Fonte: Dipartimento per le politiche comunitarie

Leggi Anche
Scrivi un commento