Fondi europei, oggi a Lucca la presentazione

Firenze – Il Programma Operativo Regionale per la competitività e l’occupazione (POR-CReO 2007-2013), grazie al quale un miliardo e 126 milioni di euro saranno destinati
allo sviluppo della Toscana, viene presentato stamattina a Lucca presso la Sala Maria Luisa della Provincia.

L’assessore all’innovazione e alle attività produttive, accompagnato dal direttore generale e dai dirigenti del settore, incontra gli amministratori delle Province, dei Comuni, delle
Comunità Montane, degli Enti pubblici e i rappresentanti delle categorie economiche e dei sindacati.
L’avvio del Programma comunitario POR-CReO 2007-2013 apre una stagione importante per il rafforzamento e la qualificazione dello sviluppo in Toscana. Sei anni di investimenti che puntano su
ricerca, innovazione, competitività e standard europei in materia di sistema infrastrutturale. Le risorse a disposizione sono un miliardo e 126 milioni di euro.

La Regione finanzierà i progetti di investimento che presenteranno sia gli imprenditori privati che i Comuni e gli altri enti pubblici. E’ imminente l’uscita dei bandi per accedere ai
contributi. Sono numerose le opportunità di investimento che vengono offerte. Il primo bando, rivolto alle piccole e medie imprese industriali, è già stato pubblicato e
scade il 31 marzo. Per avere tutte le informazioni necessarie sono attive le pagine https://www.regione.toscana.it/creo e
https://www.primapagina.regione.toscana.it/?codice=25819.

Aiuti ai progetti di investimento delle imprese
Le risorse europee disponibili con il Programma offrono numerose opportunità di investimento anche ai privati e le associazioni di categoria si sono impegnate affinché alle
presentazioni in calendario ci sia molta partecipazione da parte degli imprenditori dei diversi settori: industria, artigianato, turismo, commercio, servizi.
POR-CReO ha destinato 400 milioni di euro al finanziamento dei progetti per la ricerca industriale, l’innovazione e il trasferimento tecnologico alle imprese. La Regione, in sintonia con
l’Europa, spinge molto sulla crescita delle attività di ricerca e di trasferimento. Solo con una decisa innovazione aumenta la competitività delle imprese e di tutto il ‘sistema
Toscana’.
Sono ammessi al finanziamento anche i progetti di ricerca industriale delle grandi imprese a condizione che stimolino la partecipazione delle piccole e medie aziende del territorio circostante
in modo da creare o rafforzare un indotto di alta qualità.
Il Programma finanzia anche i progetti presentati dalle imprese del turismo e del commercio soprattutto nell’ambito di una serie di interventi volti alla riqualificazione delle aree urbane e
delle zone montane.

Contributi ai progetti pubblici che rafforzano il sistema infrastrutturale
Buona parte delle risorse finanziarie del Programma andranno ai progetti infrastrutturali. Contributi per i progetti dei Comuni e degli altri enti pubblici. Più di 93 milioni di euro
verranno impiegati negli interventi a favore della sostenibilità ambientale e del risparmio idrico, 53 milioni di euro andranno ai progetti che realizzano impianti per la produzione di
energia da fonti rinnovabili.
Oltre 266 milioni per i trasporti e la diffusione della società dell’informazione.
POR-CReO finanzierà tre grandi progetti nel settore dei trasporti: il completamento del sistema tramviario di Firenze, il collegamento dell’interporto di Guasticce (Livorno) con la linea
ferroviaria Firenze-Pisa e il raddoppio della linea ferroviaria Pistoia-Lucca.
Per la riqualificazione delle aree urbane sono disponibili 134 milioni di euro. Vengono finanziati i progetti delle imprese e gli interventi pubblici che hanno come obiettivo la valorizzazione
delle aree urbane (attività produttive, beni culturali, riconversione di grandi contenitori, servizi sociali) aumentandone anche il grado di attrattività. Per la riqualificazione
delle zone montane (diversificazione delle attività economiche, promozione delle produzioni locali, servizi sociali, aumento del grado di attrattività) i contributi ammontano a 18
milioni di euro.

Cristiano Lucchi

Leggi Anche
Scrivi un commento