Foggia: Un soggetto giuridico si occuperà della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti in agricoltura

Foggia: Un soggetto giuridico si occuperà della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti in agricoltura

Foggia – Un soggetto giuridico, il cui coordinamento sarà assunto dall’Amministrazione provinciale, si occuperà della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti in
agricoltura.

E’ l’intesa raggiunta nel corso della riunione del tavolo tecnico convocato dagli assessori provinciali all’Ambiente e all’Agricoltura, Stefano Pecorella e Savino Santarella, e tenutosi negli
uffici della Provincia di Foggia sede di via Telesforo. Presenti all’incontro i rappresentanti di Coldiretti, Confagricoltura, Cia, Confcooperative e Lega Coop, con i quali gli assessori
provinciali hanno affrontato tutti gli aspetti della questione, da tempo sollevata dalle associazioni di categoria alle prese con un progressivo e costante aumento dei costi.

“L’aumento di costi per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti in agricoltura – spiegano gli assessori Pecorella e Santarella – sta contribuendo in maniera tutt’altro che marginale ad aggravare
la difficile situazione in cui versano i tanti agricoltori del territorio. Dopo anni di discussione e di riunioni, finalmente siamo giunti ad un punto d’intesa, che ci porterà ad offrire
una valida soluzione al problema”.

L’idea, come detto, è quella di costituire un soggetto giuridico che si occupi di tutta la fase relativa alla raccolta e allo smaltimento di bottiglie di plastica per diserbante, scatole
di polistirolo, sacchi di sementi e di tutti i rifiuti che gli agricoltori producono nel corso delle proprie attività.

Il tavolo tecnico, preso atto dell’accordo raggiunto tra i partecipanti, si è aggiornato al prossimo 9 marzo, quando sarà presa in esame la proposta cui sta lavorando il Lea
(Laboratorio di Educazione Ambientale della Provincia di Foggia) assieme alle associazioni di categoria per la redazione del piano di intervento, del business plan e per l’individuazione delle
aree di raccolta di rifiuti.

“Pensiamo che il Lea possa dare un contributo importante alla risoluzione di questa problematica – concludono gli assessori provinciali all’Ambiente e all’Agricoltura – dando così un aiuto
notevole al nostro sistema agricolo, sempre più in difficoltà a causa della crisi economica. Il lavoro che l’Amministrazione provinciale sta portando avanti su questo fronte,
ovviamente, va affiancato da un’azione di forte sensibilizzazione perché il mondo agricolo, nel rispetto delle indicazioni che ci arrivano dall’Unione Europea, privilegi le produzioni
ecocompatibili, vero tratto distintivo della nostra agricoltura rispetto a quella dei nostri concorrenti”.

Leggi Anche
Scrivi un commento