Fiducia sulla Finanziaria: il Governo risponde alle accuse

 

Il Dipartimento dei Rapporti con il Parlamento ha diffuso oggi una nota sulla questione del ricorso al voto di fiducia da parte del Governo.

Il Governo – si legge nella nota – in questo lasso di tempo ha inteso operare nel pieno rispetto del ruolo del Parlamento, ponendo la questione di fiducia in un numero limitato di casi
(su 23 decreti legge 7 volte), riproducendo nei testi degli emendamenti governativi le modifiche esaminate ed approvate dalle commissioni di merito e, infine, senza introdurre alcuna
norma aggiuntiva rispetto ai testi approvati dalle commissioni parlamentari.

Le modifiche introdotte nei “maxi emendamenti” sono state tutte oggetto di attenta valutazione in commissione.

Vale la pena ricordare che per l’approvazione di 16 decreti legge, il Governo Prodi (XV legislatura) sia dovuto ricorrere ben 8 volte alla questione di fiducia.

Leggi Anche
Scrivi un commento