Festival di Sanremo: “DietroleQuinte” le eccellenze della Basilicata

Festival di Sanremo: “DietroleQuinte” le eccellenze della Basilicata

La Seconda Edizione del Premio “DietroleQuinte” si è svolto, lunedì 13 febbraio, con un Gran Galà sostenuto dalla Regione Basilicata. Un magico incontro
nato in anteprima del 62° Festival di Sanremo.

Un insieme di eventi per promuovere e favorire la conoscenza delle meraviglie architettoniche e l’eccellenza dell’enogastronomia della Basilicata, una regione ben organizzata sotto il profilo
turistico per regalare ai visitatori, indimenticabili emozioni. I saloni del Royal Hotel hanno accolto i numerosi invitati al Premio DietroleQuinte”, voluto ed organizzato da Ilio Masprone.

L’interesse del Premio pone la sua attenzione su personaggi che si dedicano alla kermesse canora, proprio lavorando nel back stage o insieme agli artisti. All’elegante serata, erano presenti i
Matia Bazar, riuniti con la cantante Silvia Mezzanotte e partecipano al Festival con la canzone “Sei tu”.

Arisa, che al festival presenta il brano “La notte”, ha premiato l’indimenticabile “casco d’oro” Caterina Caselli per la prestigiosa carriera di produttore discografico, sempre alla
ricerca di nuovi talenti.

Il giornalista Mario Luzzatto Fegiz è stato premiato da Vincenzo Mollica per la sua grande esperienza nell’ambito della critica musicale.

Il Maestro Beppe Vessicchio, ha ricevuto il premio da Mario Maffucci (ex capo struttura della Rai); un merito dovuto al poliedrico personaggio televisivo, notissimo direttore
d’oschestra, che durante il Festival, salirà sul podio per ben sei volte.

Il Premio è stato consegnato anche a Gianna, moglie di Giancarlo Bigazzi, dai Matia Bazar, in memoria al grande lavoro di autore e produttore.

Il progetto della Regione Basilicata “Coast to Coast”, ripreso dal film interpretato dal lucano Rocco Papaleo, co-conduttore del Festival insieme a Gianni Morandi, ha fatto
conoscere l’enogastronomia e la genuinità dei suoi prodotti che emergono dal “giardino segreto” dell’eccellenza del gusto.

Giorgio Conte ha coronato la serata con la sua magnifica musica, mentre “Le Rivoltelle”, un fenomeno tutto calabrese al femminile della musica rock, hanno cantato “Se bruciasse la
città” scritta proprio da Giancarlo Bigazzi.

Il Galà ha deliziato tutti gli invitati con il seguente menu:

Aperitivo
Pralina al fagiolo poverello di Rotonda all’olio extravergine di Majatica di Miglionico

Antipasto
Selezione di salumi tipici lucani con scaglie di Pecorino di Filiano, croccante di pane e nuvola di insalatine croccanti

Primi piatti
Cavatelli al ragù bianco di Podolica e la sua fonduta alla rapa rossa; Fave&Cicorie con crostone di pane di Matera e Peperone crusco di Senise

Secondi piatti
Stracotto di Podolica all’Aglianico del Vulture su patate schiacciate di montagna al rosmarino e cosciotto d’Agnello delle Dolomiti Lucane con carciofi e mentuccia

Dessert
Cremoso di ricotta con salsa di Fragole di Poliporo, Ficotto di Pisticci e biscotto croccante

I vini
Re Manfredi Bianco, Rosato di Aglianico, Aglianico del Vulture, Carato Venusio e spumante bianco e rosso

La Basilicata è terra di ispirazione poetica ed artistica. Prediletta da registi del cinema italiano e internazionale come: Rosi, Salvatores, Wertmuller, Placido, Pasolini, Rocco
Papaleo, Mel Gibson ed è definita “autentica” da Francis Ford Coppola e dalla figlia Sofia, che hanno scelto Bernalda, paese di origine della famiglia, come cornice per il suo
matrimonio.

Ancora, grandi artisti contemporanei quali Carsten Holler, Giuseppe Penone e Daphne Dubarry, hanno collocato le loro opere nel suggestivo Parco nazionale del Pollino, il più grande Parco
d’Europa.

La Basilicata è molto cresciuta negli ultimi anni. Il suo sistema di ospitalità conta circa 39mila posti letto per tutti i gusti e gradazioni di spesa. Gran parte delle strutture
ricettive sono di recente realizzazione o sono ristrutturazioni di dimore storiche, di case in borghi e centri. In particolare sulle due coste insistono strutture fortemente competitive nel
rapporto qualità-prezzo con riferimento al mercato italiano.

A garantire indimenticabili emozioni, la Basilicata offre voli tra picchi di roccia ad oltre 400 metri di altezza, trekking, passeggiate a cavallo o in bicicletta su percorsi adeguati,
cerimonie tradizionali, grandi eventi ad alta spettacolarità e tecnologia. Tra questi ultimi ricordiamo il cinespettacolo della Grancia sui briganti, la multivisione su Federico II a
Lagopesole, la “Città dell’utopia” a Campomaggiore.

Emozioni per il palato saranno regalate al turista nelle sagre dei formaggi di Basilicata, dei fagioli di Sarconi, del peperone di Senise, dell’aglianico o del grottino.

Per concludere, la Basilicata è certamente una bella scoperta per tutti i gusti e tutti gli interessi.

Adriana Cesarò
in esclusiva per Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento