Federconsumatori: «ridurre i prezzi di almeno il 10-15%!»

Oggi il Presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, ha reso pubbliche 20 tesi per realizzare significativi incrementi della produttività e dell’occupazione nel nostro Paese.

«In realtà – afferma Rosario Trefiletti – Sangalli ne ha dimenticata una, la ventunesima tesi, la più importante per risollevare le sorti dell’economia italiana! Si tratta
di una consistente riduzione dei prezzi, di almeno il 10-15%, soprattutto per i prodotti agroalimentari! Per tali prodotti, infatti, si possono registrare pesantissimi aumenti, pari a 445 ?
annui!»

Solo così sarà possibile restituire, almeno in parte, quello che è stato sottratto agli italiani a partire dal 2002, con il cambio Lira/Euro, con gravi
responsabilità del Governo in carica allora, che non è stato capace di tenere sotto controllo la situazione operando le verifiche ed i controlli adeguati. Secondo le nostre stime
tale cifra ammonterebbe ad oltre 100 miliardi di Euro, che sono passati dalle tasche delle famiglie italiane a quelle delle categorie produttive e dell’intermediazione.

Nello specifico, una famiglia italiana, ha subito dal 2002 un salasso di 7635 ?. Ciò ha comportato una diminuzione del 25% del potere di acquisto ed un calo dei consumi agroalimentari
del 7-8% nel loro complesso.

Leggi Anche
Scrivi un commento