EXPO 2015, Formigoni: «gioco squadra determinante per vittoria»

Parigi – Cori da stadio e bandiere tricolori sventolanti hanno fatto da cornice all’assegnazione dell’Expo 2015 a Milano, avvenuta nel tardo pomeriggio a Parigi al Palazzo dei
Congressi, dove erano riuniti i 154 membri del Bie (Buerau International des Expositions).

«Voglio sottolineare – ha commentato il presidente della Regione, Roberto Formigoni – che si è trattato di una gara vera All’inizio si dava quasi per scontato che avremmo battuto
facilmente un avversario come Smirne e la Turchia e il nostro è stato infatti un risultato netto per raggiungere il quale è stato determinante il gioco di squadra fra Regione
Lombardia, Comune e Provincia di Milano, imprese, associazioni, ambasciate e consolati».

«Ci siamo assunti – ha aggiunto il presidente – un impegno fondamentale quando già tempo fa abbiamo detto che tutti i Paesi amici saliranno sul palcoscenico dell’Expo 2015. Dalla
prossima settimana, pertanto, inizieremo a lavorare insieme. Voglio anche ricordare che, con il passare del tempo, abbiamo sentito aggiungersi al nostro lavoro fatto di scambi e incontri a
livello diplomatico una nuova forza intorno a noi, e cioè il calore popolare della gente che ha iniziato a credere sempre di più sulla vittoria di Milano».

Dopo il voto del Bie, le manifestazioni parigine proseguono con la festa del Comitato organizzatore alla città vincitrice.

Con il presidente Formigoni e i vertici della istituzioni milanesi, il sindaco Letizia Moratti e il presidente della Provincia Filippo Penati, erano presenti a Parigi anche il presidente del
Consiglio Romano Prodi, i ministri degli Esteri e del Commercio estero, Massimo D’Alema e Emma Bonino, e il sottosegretario agli Esteri, Vittorio Craxi.

Leggi Anche
Scrivi un commento