Eluana Englaro, l’ADUC ha denunciato Sacconi per abuso d'ufficio e altri reati

 

Firenze – Come preannunciato, ieri abbiamo inviato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma un esposto denuncia relativo alle dichiarazioni rilasciate dal
ministro Maurizio Sacconi sul caso di Eluana Englaro.

Nel minacciare la revoca dell’accreditamento con il Servizio sanitario nazionale qualora la struttura privata convenzionata di Udine presso la quale avrebbe dovuto trasferirsi Englaro
eseguisse il decreto della Corte d’Appello di Milano, ha di fatto bloccato l’esercizio di un diritto costituzionale.

I reati ipotizzati vanno dall’interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessita’ (art. 340 cp) alla violenza privata (art. 610 cp) attraverso
minaccia di un male ingiusto.

Abbiamo quindi chiesto alla Procura di formulare e trasmettere al Tribunale dei ministri eventuali richieste di accertamento sulle ipotesi di reato riscontrabili nel comportamento del
ministro della Repubblica Maurizio Sacconi nell’esercizio delle sue funzioni.

Visto che il Parlamento prima, attraverso il conflitto di attribuzione, ed ora il Governo, continuano a minare la separazione dei poteri, ci auguriamo che la magistratura voglia
difendere non solo il ruolo che la Costituzione le attribuisce e la forza della legge, ma anche i diritti di Eluana Englaro e di tutti quei cittadini che legittimamente chiedono di
poter decidere sui trattamenti sanitari a cui sono sottoposti.

Il testo dell’esposto ADUC

Leggi Anche
Scrivi un commento