Disponibili i fondi a sostegno degli allevatori laziali per smaltimento animali deceduti

Roma – E’ stato pubblicato sul Burl del 20 ottobre 2007 il decreto legislativo approvato dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore all’Agricoltura, Daniela Valentini,
la Giunta regionale del Lazio che prevede un contributo regionale del 25% in particolare per lo smaltimento degli animali deceduti e la loro sostituzione.

Nello specifico, il decreto prende atto della decisione della Commissione europea di procedere alla liquidazione degli aiuti agli allevatori, maturati fino al 31 dicembre 2006, e dei relativi
costi del servizio, per il periodo che va dal 2002 al 2006, e ne fissa i termini secondo i rendiconti presentati dalle associazioni.

L’importo degli aiuti relativi a questo arco di tempo non ancora liquidato ammonta a circa 6milioni di euro. Il presidente Marrazzo ha, inoltre, decretato lo stanziamento di 300mila euro per
contributi sui costi dei premi assicurativi versati dagli allevatori per la rimozione e la distruzione dei capi morti in azienda, per una quota pari al 25% del premio assicurativo, che va ad
aggiungersi al 50% versato dallo Stato.

Con la nuova procedura e con il contributo regionale, sarà a carico degli allevatori solo il 25% del premio assicurativo e sarà esteso alle polizze già in corso,
purché stipulate nel gennaio 2007. Il provvedimento va a sostegno di un settore che nel Lazio conta 250mila bovini, 77mila vacche da latte, 20mila bufale e 800mila ovicaprini.

Leggi Anche
Scrivi un commento