Delegazione Val d'Elsa dell'Associazione Italiana Sommeliers

Mercoledì 19 dicembre, presso il ristorante Lampolla di San Gimignano, in un ambiente accogliente che coniuga con originalità tradizione e creatività, si è svolta la
tradizionale Cena degli auguri: ottanta i sommeliers presenti all’incontro conviviale, provenienti dal territorio dell’Empolese Valdelsa e capitanati dall’instancabile Luigi Pizzolato, delegato
AIS Val d’Elsa.

Un gustoso menu, innaffiato sin dall’aperitivo con Champagne e produzioni enologiche dell’eccellenza italiana, ha contribuito a rendere il clima di festa della serata ancora più
piacevole: stuzzicanti e perfettamente riusciti gli abbinamenti con formaggi e salumi locali, verdure di stagione amalgamate a classiche, ma non troppo, ricette natalizie della tradizione
nazionale, sfiziose le ghiottonerie presenti sul banchetto, come il «lecca lecca» di Parmigiano e le «caramelle» di salmone. Lo chef Nicola Janesi, giovane e promettente
cuoco friulano, premiato da AIS Val d’Elsa durante il ricevimento, ha coordinato la cucina del ristorante Lampolla, nel suggestivo complesso Villa San Paolo Hotel, resort di charme affacciato
sugli uliveti delle colline valdelsane, proponendo agli invitati sapori unici in raffinate preparazioni, in cui la qualità delle materie prime si è accompagnata alla gradevolezza
e presentazione dei piatti. La cordialità e impeccabile professionalità nel ricevimento hanno determinato il plauso di tutti i presenti per Valentina Capoduri, manager di Villa
San Paolo, e per i suoi collaboratori, omaggiati con il gagliardetto della delegazione Val d’Elsa, oltre che con deliziose strenne, naturalmente D.O.C.

In occasione della Cena degli auguri, si rinnova ogni anno la consuetudine di conferire riconoscimenti ai sommeliers che, nel tempo, hanno contribuito alla crescita della delegazione della Val
d’Elsa nella promozione della cultura del vino, diffondendone costantemente il linguaggio e la conoscenza. La delegazione, giunta al IX anno di vita, conta oggi ben oltre 160 associati e, tra
le numerose e interessanti iniziative organizzate, preannunciate per il 2008 già nel corso della serata, vanta la creazione di Vini d’Elite, manifestazione di successo dedicata alle
produzioni di pregio del territorio veldelsano e ospitata nei locali del Castello d’Oliveto a Castelfiorentino – ogni anno in ottobre – a cui partecipano numerosi amici del vino, chiamati ad
esercitare il ruolo di guida tra il mondo dei produttori e quello dei consumatori, nell’ampio panorama delle produzioni enologiche.

Tra i premiati, il riconoscimento come Miglior Sommelier della Val d’Elsa 2007 è andato a Diletta Lavoratorini, per l’impegno profuso nella ricerca e valorizzazione dei prodotti tipici
del territorio della Val d’Elsa, per i quali redige mensilmente articoli sulla rubrica on line del sito di AIS Val d’Elsa e sulla rivista di AIS Toscana dedicati ai preziosi giacimenti
agroalimentari della zona. Da un’idea di Luigi Pizzolato.

Menzioni di merito anche per Stefano Casini, premiato per aver incessantemente seguito l’Associazione fin dall’esordio nel 1998, con zelo, simpatia e stima, e per Silvana Franci, per il
supporto e l’attaccamento dimostrati verso l’attività della delegazione, nonostante la pur recente adesione all’Associazione.

Il riconoscimento speciale A.I.S. VAL D’ELSA 10 anni «divini» di alta qualità ad un’azienda vitivinicola del territorio della Val d’Elsa è stato conferito ai F.lli
Vagnoni di San Gimignano, per la qualità espressa attraverso i loro vini nel decennio 1997-2007. In premio il pregiato bicchiere molato a mano dall’artigiano Arduino Bacci, tra i
più conosciuti maestri incisori dell’antica arte del vetro di Colle Val d’Elsa.

Graditi omaggi per tutti e ancora tanti pregevoli premi, poi, per la professionalità, la serietà e il contributo di molte persone che, negli anni, con costante passione e
umiltà si sono messe al servizio del vino: questi i segreti di una delegazione che anno dopo anno festeggia un crescente numero di iscritti.

Momento finale all’altezza della serata: eccellenti distillati Bas Armagnac X.O. e Scotch Wisky torbati hanno accompagnato i ringraziamenti e gli auguri del delegato AIS Val d’Elsa Luigi
Pizzolato ai tutti i sommeliers, a cui sono giunti anche i saluti del Presidente AIS Toscana Osvaldo Barocelli e della Vicepresidente della Provincia di Firenze Rosalba Spini, da sempre attenti
osservatori e benevoli sostenitori della delegazione Val d’Elsa, promettente realtà impegnata nella promozione del territorio e delle sue ricchezze enologiche in una terra che vanta uno
straordinario patrimonio di arte e cultura sin dall’antichità.

Prosit!

Leggi Anche
Scrivi un commento