Cucinare con i bambini il pranzo di Natale: una sana educazione alimentare in famiglia

Cucinare con i bambini il pranzo di Natale: una sana educazione alimentare in famiglia

Cucinare con i bambini il pranzo di Natale: una sana educazione alimentare
Natale, come coinvolgere i bambini attraverso il cibo?

Il Natale è alle porte. Le luci natalizie invadono ormai le nostre città e l’atmosfera che si respira ovunque ha un sapore magico.
Ma il Natale è soprattutto la festa dei bambini. I piccoli di casa sono coloro che in famiglia attendono con maggiore entusiasmo e gioia l’arrivo di questo giorno e per loro, anche in tempo di crisi, le famiglie sono disposte a spendere qualcosina in più.

Non solo doni. La cosa più difficile da trasmettere ai bambini è proprio il senso del Natale, che si dovrebbe tradurre nell’idea della famiglia, nel piacere di stare insieme e di condividere momenti di pura serenità.
In molte famiglie italiane, invece, il consumismo dilagante induce ormai a considerare il Natale solo come un’occasione per ricevere regali e niente di più e quindi, per molti bambini il Natale diventa sinonimo di attesa del regalo all’ultima moda, del ritrovato tecnologico più all’avanguardia, del giocattolo più performante. Come si possono coinvolgere i bambini in modo sano all’attesa del Natale?

Cucinare con i bambini a Natale: un modo sano per educarli al Natale. Cucinare con i bambini i piatti tipici della tradizione natalizia è sicuramente un modo per stare insieme, per coinvolgerli nel senso del Natale e per educarli ad una sana alimentazione.
“Non solo cucinare ma anche fare la spesa per i pranzi del Natale è certamente un’attività educativa alla base dei processi in grado di cambiare gli stili di vita dei bambini” – spiega la Dottoressa Daniela Lucini, Responsabile Sezione di Medicina dell’Esercizio e Patologie funzionali dell’Ospedale Humanitas. In questo modo, il Natale diventa l’occasione per trascorrere del tempo insieme ai nostri bambini, complice anche la pausa scolastica, e un modo per educarli ad una sana alimentazione, coinvolgendoli nella preparazione di piatti a basso contenuto di grassi o realizzati con ingredienti alternativi.
È importante trasmettere ai bambini l’idea che cucinare e mangiare in modo sano non significa cucinare cibi poveri di gusto ma che il segreto del gusto stesso sta nella qualità degli ingredienti scelti, nella quantità che se ne utilizza e nel modo in cui questi vengono trasformati per realizzare i piatti. Cucinare con i bambini significa anche far capire loro la differenza che c’è tra i cibo industriali come le merendine, ricchi di conservanti e coloranti, e i cibi fatti in casa, molto più semplici e sani.
La cosa da sottolineare e far comprendere è che si può cucinare in modo sano anche a Natale, evitando sughi ricchi di grassi e preparando invece sughetti semplici con pomodorini freschi, olio extravergine di oliva, limone, spezie, sostituendo la ricotta al mascarpone nei dolci, preferendo la cottura al forno alla frittura.

Le proprietà dei cibi freschi e sani sulla salute sono tantissime, come spiegano gli esperti in numerosi siti on line dedicati alla salute e al benessere come Almeglio.it, e vanno dal miglioramento delle difese immunitarie ai benefici sulla pelle e sul sistema cardiocircolatorio, dalla prevenzione dei tumori al contrasto alle malattie digestive e intestinali.
Cucinare e far mangiare a Natale ai bambini i cibi preparati con le proprie mani diventerà quindi un’esperienza piacevole e allo stesso tempo formativa.

Dott.ssa Alessia Baldassarre
per Newsfood.com

Leggi Anche
Commento ( 1 )
  1. Giuseppe Danielli
    8 Dicembre 2016 at 8:47 pm

    Ci è arrivato questo commento che simpaticamente riportiamo:

    Me sono Jambo, chiamare da tribu kindegnam volere sapere quanti bambini servono per cena 100 guerrieri. voi potere dare me ricetta ? grazie buana

Scrivi un commento