Consumo di gas metano: aliquota agevolata fino a 480 metri cubi annui

Dal 1° gennaio 2008 l’aliquota IVA del 1°% si applica alla “somministrazione di gas metano usato per combustione per usi civili limitatamente a 480 metri cubi annui”.
Lo ha reso noto l’Agenzia delle Entrate che, con la circolare n. 2 del 17 gennaio 2008, ha illustrato le novità introdotte dal decreto legislativo 2 febbraio 2007, n. 26, che ha recepito
nell’ordinamento la direttiva 2003/96/CE del Consiglio.
Dunque, il fatto che l’aliquota agevolata non si applichi più solo alla “somministrazione di gas metano usato come combustibile per usi domestici di cottura cibi e per produzione di
acqua calda” (come stabiliva il n. 127-bis della tabella A, parte III, allegata al D.P.R. n. 633 del 1972, ora modificato) determina una forte contrazione del prezzo della bolletta energetica a
carico delle famiglie.
In merito alla fatturazione, l’Agenzia ha precisato che dal 1 gennaio 2008 i consumi di gas naturale riportati sulla bolletta verranno imputati allo scaglione di 480 metri cubi (fino a quando
non verrà raggiunto questo limite) con l’applicazione dell’aliquota Iva al 10%.
Se, invece, il consumo supererà detta soglia, ad essi verrà applicata l’aliquota del 20%.
Lo scaglione dei 480 metri cubi, inoltre, si riferisce al consumo annuale ed ai consumi effettuati nel 2007, anche se fatturati nel 2008, verrà applicata l’aliquota relativa al
2007.
Per gli utenti che cambino il fornitore di energia in corso d’anno, il nuovo fornitore terrà conto di quanto già consumato dal cliente e applicherà l’aliquota agevolata del
10% solo alla quota di scaglione residua.

Agenzia delle Entrate, circolare n. 2 del 17 gennaio 2008

Leggi Anche
Scrivi un commento