Confagricoltura chiede misure urgenti alla UE per superare la crisi dei suini

Il presidente di Confagricoltura, Federico Vecchioni, torna a sollecitare con forza una maggiore determinazione della delegazione italiana e di tutte quelle europee, per ottenere l’approvazione
da parte del Consiglio europeo e dalla Commissione UE, alle soluzioni ipotizzate per risollevare la delicatissima situazione in cui versa il settore suinicolo nazionale ed europeo.

«E’ vitale – sottolinea Vecchioni – per la sopravvivenza del comparto nazionale e non solo, ottenere un aumento delle restituzioni all’esportazione per lombi e mezzene, ma è anche
indispensabile alzare gli importi attualmente previsti per le cosce stagionate».

«Le Autorità comunitarie – continua il presidente Vecchioni – devono accelerare il varo di quegli interventi che tutta la filiera suinicola nazionale attende, e che
rappresenterebbero una via d’uscita alla profonda crisi, nonché una boccata di ossigeno per molte aziende di allevamento che si trovano a fronteggiare una situazione finanziaria ad
altissimo rischio».

Leggi Anche
Scrivi un commento