Confagricoltura Asti incontra i nuovi vertici dell'Amministrazione provinciale

Asti – Situazione e prospettive dell’agricoltura astigiana sono state al centro dell’incontro di Confagricoltura Asti con la neoeletta presidente della Provincia, Maria Teresa
Armosino, accompagnata dall’assessore all’Agricoltura, Fulvio Brusa, di fresca nomina.

Alla presenza di numerosi associati, i dirigenti dell’organizzazione agricola (il presidente Massimo Forno, il vicepresidente Gianni Bione, il direttore Francesco Giaquinta, con il presidente
di Confagricoltura Piemonte Ezio Veggia) hanno illustrato agli ospiti alcune proposte ritenute indispensabili affinché l’amministrazione provinciale possa acquisire un ruolo determinante
per il futuro del settore agricolo. Raccomandando di non abbassare la guardia in ordine alla Flavescenza dorata della vite, Forno ha auspicato che «per il settore vitivinicolo la
Provincia diventi vero momento di coordinamento tra gli enti e punto di incontro tra produzione e trasformazione, tentando anche il raggiungimento di accordi interprofessionali».

Occhi puntati inoltre sulla zootecnia, la cui crisi mette in luce la fragilità del settore, e sull’attuazione del nuovo Programma di sviluppo rurale, i cui finanziamenti «devono
servire alle aziende che vogliono seriamente investire – ha aggiunto Forno – e non diventare contributi a pioggia». Nelle proposte di Confagricoltura Asti c’è poi la
necessità di semplificazione e sburocratizzazione, oltre che indicazioni per fiere e manifestazioni. Dalla presidente Armosino e dall’assessore Brusa è stata manifestata piena
disponibilità a collaborare con l’organizzazione astigiana degli imprenditori agricoli.

Leggi Anche
Scrivi un commento