Confagricoltura a Fieragricola (4-7 febbraio 2010 Verona)

Confagricoltura a Fieragricola (4-7 febbraio 2010 Verona)

Particolarmente significativa quest’anno la presenza di Confagricoltura a Fieragricola, la manifestazione internazionale della meccanica, dei servizi e dei prodotti per l’agricoltura e la
zootecnia, giunta alla sua 109° edizione

Confagricoltura torna a Fieragricola, la storica rassegna di Veronafiere dedicata all’agricoltura, prima in Italia e seconda a livello europeo, immediatamente dietro Agritechnica di Hannover,
giunta alla sua 109° edizione.

Uno stand istituzionale all’interno di Bioenergy Expo (Pad 10 Stand F5 – G5), dove Confagricoltura ha scelto di essere presente, a conferma dell’interesse ed il lavoro che in questi anni ha
sviluppato nel campo delle energie rinnovabili di origine agricola.

Dal 4 al 7 febbraio, per tutta la durata della manifestazione, i visitatori potranno conoscere tutte le novità in tema di bioenergie e ricevere l’assistenza dei tecnici di
Confagricoltura e Agroenergia.

Lo stand ospiterà anche alcuni importanti eventi.

Giovedì 4. Conferenza stampa del presidente della Confagricoltura Federico Vecchioni. Segue buffet lunch.

Giovedì 4 alle ore 14,30. Workshop”I GRATTACIELI DEL VERDE”. Dai giardini pensili alle “vertical farms”, la città del futuro si allea con l’agricoltura.Dai parchi, ai viali, ai
giardini pensili, fino ai tetti verdi e alle facciate vegetali. Per arrivare alle “vertical farm”. Il verde torna in città con la sua tradizionale funzione ornamentale e ambientale, ma
anche, in un futuro non così lontano, nel suo ruolo fondamentale di produzione di materie prime agricole. Un’opportunità per riqualificare le periferie e gli spazi urbani dismessi
dall’industria. Intervengono: Sandro Ceccoli, segretario generale Assoverde; Ettore Zauli, agronomo, esperto in costruzione e manutenzione del verde; Salvatore Dierna, Professore ordinario di
Progettazione ambientale presso la Facoltà di Architettura de “La Sapienza” – Roma; Federico Vecchioni, presidente della Confagricoltura.

Venerdì 5 è dedicatoad un percorso-dibattito che porta dalle bioenergie … alle biotecnologie. Si inizia alle 12.00con il workshop”LE NUOVE BIOENERGIE”. Biogas da sorgo
zuccherino. L’esperienza di Foggia. Un modo nuovo di vedere le energie rinnovabili che punta a ottimizzare i processi, ma soprattutto a creare un modello da esportare e adattare a tutte le
realtà agricole. Interverranno tra gli altri Ercole Amato e Antonio Gaspari di Università Europea, il ricercatore Viller Boicelli e Padre Gonzalo Miranda. Nel pomeriggio, alle ore
14,30 è previsto un secondo workshop “BIOTECH VERDE”.

Il dibattito sulla coesistenza. Presente e (possibile) futuro delle biotecnologie per lo sviluppo dell’agricoltura italiana: le applicazioni al servizio della salute. Partendo dalla cronaca di
questi giorni che ha riguardato la definizione della cosiddetta “coesistenza” tra piante geneticamente modificate e non, si parlerà, tra l’altro, delle nuove frontiere delle
biotecnologie verdi: la produzione di vaccini edibili e l’aumento del contenuto nutrizionale delle piante. Interverranno Marco Aurelio Pasti di Confagricoltura, Paolo Marchesini di Pioneer
Italia e Maria Lodovica Gullino di Agroinnova (Università di Torino), Padre Gonzalo Miranda. Chiuderà i lavori l’intervento del presidente Vecchioni.

Sabato 6 alle ore 11. “RITORNO ALLA TERRA”. Opportunità e strumenti finanziari per i giovani. Un’ampia ed esaustiva panoramica sulle modalità per usufruire degli strumenti
pubblici e privati di accesso al credito, che costituisce una delle principali barriere all’insediamento dei giovani in agricoltura e allo sviluppo d’impresa. Intervengono Paolo Calafiore,
consulente aziendale, Raffaele Borriello, Ismea; Andrea Pannocchieschi D’Elci, presidente di Agroenergia; Marco Saraceno, presidente Anga.

Leggi Anche
Scrivi un commento