Compilazione e presentazione del mod. DMA

D: A cosa serve la compilazione del mod. DMA? Come si trasmette?

R: La denuncia mensile analitica (DMA) raccoglie i dati retributivi e le informazioni necessarie per aggiornare le posizioni assicurative individuali degli iscritti all’INPDAP.
Con la circolare n° 59 del 27 ottobre 2004 l’INPDAP ha dato attuazione al nuovo obbligo previsto dall’art 44 del decreto legge 30 settembre 2003 n 269 (convertito nella legge 326/03)
l’invio telematico della DMA (denuncia mensile analitica).
L’Inpdap fornisce le istruzioni per registrarsi nel sito Internet o dal datore di lavoro direttamente interessato o da un intermediario.
Sono soggetti obbligati alla trasmissione telematica tutte le Amministrazioni Pubbliche, sostituti d’imposta, tenute la rilascio del CUD ai propri dipendenti.

A decorrere dal mese di gennaio 2005 le Amministrazioni Pubbliche devono, entro la fine del mese successivo a quello di riferimento, compilare e trasmettere, esclusivamente per via telematica,
all’INPDAP, mensilmente, la DMA contenente i dati previdenziali, le retribuzioni e le contribuzioni destinate ai fondi di previdenza complementare, dei lavoratori retribuiti nel mese
precedente.
Il DMA è un modello costituito da 11 pagine ed oltre 250 campi in cui il datore di lavoro deve riepilogare tutte le informazioni ed i dati utili ad una corretta e tempestiva gestione
delle posizioni previdenziali onde permettere all’INPDAP l’implementazione delle posizioni assicurative individuali e l’erogazione delle relative prestazioni.

Regole generali di compilazione

Ogni periodo di lavoro deve corrispondere alla relativa gestione assicurativa con l’indicazione della retribuzione erogata e della specifica posizione di servizio occupata dall’iscritto. Nella
DMA bisogna inserire anche i periodi di servizio coperti da contribuzione figurativa ai fini pensionistici. Per i dipendenti pubblici in aspettativa per mandati di cariche elettive, la DMA
dovrà essere presentata all’amministrazione presso la quale il dipendente esplica il proprio incarico.
L’INPDAP, nelle Istruzioni di aprile 2008 ha chiarito che si devono compilare tutti i quadri in sequenza. Se ciò non avviene non si potranno compilare i quadri di riepilogo Z1 e Z3,
restando bloccati da un «semaforo» rosso posto accanto a essi. Una volta compilati i quadri precedenti il semaforo diventa verde e si può in tal modo definire
l’operazione.

Modalità di trasmissione

Le Amministrazioni dello Stato sono tenute a presentare la DMA esclusivamente avvalendosi dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate. I soggetti già abilitati al servizio
telematico Entratel dovranno continuare ad avvalersi di tale servizio.
La DMA si considera presentata nel giorno in cui è conclusa la ricezione dei dati da parte dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate. La prova della presentazione è data
dalla comunicazione rilasciata per via telematica dall’Agenzia delle Entrate che ne attesta l’avvenuta ricezione per conto dell’INPDAP.
Si considerano tempestive le denunce scartate dal sistema purché ritrasmesse entro i tre giorni lavorativi successivi alla data contenuta nella comunicazione del servizio.

Leggi Anche
Scrivi un commento