Come congelare i cibi in modo corretto

Come congelare i cibi in modo corretto

I 3 errori più comuni che facciamo con il freezer
Dallo sbrinamento, agli alimenti da non congelare: cosa sbagliamo (quasi) tutti con il congelatore di casa.

La conservazione del cibo non è un argomento da prendere alla leggera.
Il deterioramento degli alimenti che consegue da un cattivo mantenimento può avere conseguenze anche gravi sugli sfortunati commensali. Per non parlare della mancata manutenzione del congelatore stesso. Vediamo insieme quali sono i 3 errori più comuni che (quasi) tutti facciamo o abbiamo fatto con la conservazione del cibo a freddo.

Primo errore
Non pulire mai il freezer e non sbrinarlo.
Poco tempo, poca voglia, “ma tanto non serve” o “lo farò un altro giorno”: ogni scusa è buona per non prendersi la briga di sbrinare frigo e freezer!
Perché rimandare la pulizia del congelatore è uno sbaglio?
Nonostante le basse temperature necessarie per la conservazione, lo sporco lasciato dai cibi che ci stipiamo abitualmente può creare danni all’elettrodomestico e ai cibi in esso contenuti. Quando non hai voglia di pulire il freezer pensa che quello che ci conservi è quello che poi metterai nel piatto!
Sbrinare il freezer  è un’operazione che va compiuta da 1 a 2 volte all’anno, possibilmente prima che lo strato di ghiaccio abbia superato 1 cm di spessore. La formazione di troppo ghiaccio riduce lo spazio per i cibi e compromette la chiusura (o apertura) del congelatore, con evidenti conseguenze sul consumo energetico (e quindi sulla bolletta).
Per pulire il congelatore ti consigliamo di preferire acqua calda e aceto, ai prodotti industriali: in questo modo eliminerai i cattivi odori e igienizzerai le superfici interne. Per sbrinarlo, invece, metti all’interno del freezer spento e aperto una pentola con acqua calda e rimuovi il ghiaccio con una spatola in plastica, non in metallo.

Secondo errore
Conservare nel freezer gli alimenti sbagliati.
Non tutti i cibi possono essere conservati in congelatore, sembra ovvio ma non è così. In primis è bene aspettare che qualsiasi cibo, se cotto in precedenza, si sia raffreddato. Non mettere mai nel freezer frutta e verdura ricche di acqua, come il melone, l’anguria o i cetrioli: una volta scongelati risulterebbero immangiabili.
Altri alimenti da non conservare nel freezer sono:
Le bottiglie d’acqua in vetro, perché esploderebbero.
Le uova sode o le uova crude con il guscio (nessun problema per tuorli e albumi crudi).
La salsa di pomodoro (o ketchup) e la maionese.
Frutta come pesche e albicocche a meno che non siano cosparse di zucchero.
Perché nei banchi frigo e congelatori dei supermercati puoi trovare anche alimenti di questo tipo? Ricorda che la congelazione industriale è completamente diversa da quella casalinga.

Terzo errore
Riempire troppo il congelatore:
Tra pane, sughi preparati in casa, carne, erbe aromatiche, surgelati e tutto quello che puoi conservare in freezer, spesso capita di stiparlo troppo.
Quali sono le conseguenze per il tuo elettrodomestico? L’aria fredda non riesce a circolare bene tra gli alimenti che non si conservano tutti alla stessa temperatura e quindi si deteriorano. Allo stesso tempo il ghiaccio si accumula sulle pareti limitando ancora di più lo spazio disponibile.

 

A questo punto hai 2 opzioni: iniziare a consumare gli alimenti per fare più spazio, oppure valutare l’acquisto di un congelatore a pozzetto (orizzontale e più capiente del congelatore abbinato al frigo).
Con la conservazione del cibo non si scherza quindi inizia a scongelare e consumare gli alimenti del tuo freezer, stacca la spina, sbrinalo e puliscilo: niente scuse stavolta!

 

Redazione Newsfood.com
Contatti

Leggi Anche
Scrivi un commento