Classificazione alberghi, Cavallera (FI): «indispensabili chiarezza e controlli»

Dopo alcune segnalazioni inerenti a incongruenze tra l’assegnazione delle stelle agli alberghi di Torino e gli effettivi servizi forniti, la classificazione degli alberghi approda quale tema
all’ordine del giorno a palazzo Lascaris, a investire del problema, con un’interrogazione urgente, la Giunta Bresso, il consigliere regionale di Forza Italia Ugo Cavallera.

«Il problema della classificazione degli alberghi – afferma l’esponente azzurro – merita chiarezza e controlli. E’ infatti indispensabile da un lato chiarire a chi spetti assegnare le
stelle e dall’altro lato su chi, al contrario, gravi l’onere di vigilare affinché vengano mantenuti gli standard qualitativi offerti dalla struttura turistica».

Il problema si crea soprattutto negli esercizi aperti da anni, perché non è detto che tali hotel siano sempre gestiti dalle stesse persone e allo stesso modo. «E’ cronaca di
questi giorni – ricorda poi Cavallera – una querelle poco edificante tra Comune, Provincia di Torino e Regione. I tre enti rimbalzano tra di loro la responsabilità in questo campo non
riuscendo a chiarire effettivamente le competenze. Eppure i cittadini hanno bisogno di saperlo, per poter far valere i propri diritti».

Inoltre il consigliere di Forza Italia sottolinea lo stretto legame tra classificazione alberghiera e turismo. «E’ indispensabile – conclude Cavallera – che la Regione chiarisca le
attribuzioni di ciascun ente, i criteri di scelta e gli organi di controllo. Non basta scrivere le leggi, bisogna anche renderle applicabili, in concreto. La vetrina offerta dalle Olimpiadi
invernali è un vantaggio che abbiamo conquistato con sacrifici, è che ci è valsa un’immagine d’eccellenza. E’ facilissimo scontentare i turisti, e gli alberghi sono la
porta d’ingresso a Torino e al Piemonte. La Giunta deve garantire che gli standard offerti durante i Giochi invernali non vadano persi».

Leggi Anche
Scrivi un commento