Class Action: Commissione Giustizia del Senato accoglie le istanze del Coordinamento

La Commissione Giustizia del Senato ha approvato oggi , nell’ ambito del Rapporto sullo Stato di previsione del Ministero della Giustizia , un documento nel quale si interpreta la procedura di
Class Action, uscita dal voto di fiducia alla Camera, in piena sintonia con le istanze del Coordinamento delle Associazioni esponenziali di tutela di interessi collettivi specifici » (
promosso dal Siti , Sindacato Italiano per la Tutela dell’Investimento e del risparmio e sostenuto da Greenpeace Italia ,WWF Italia , LEGAMBIENTE , Tano Grasso e il FAI Federazione delle
Associazioni Antiracket ed Antiusura Italiane , Telefono Azzurro Onlus , Comitato Sopravvissuti del Vajont , Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada ,Comitato 8 Ottobre
(Incidente di Linate) ,Associazione Disastro Aereo Capo Gallo 06/08/05 , FALBI Federazione Autonoma Lavoratori Banca d’Italia-Consob-Antitrust-AGCOM-UIC(Ufficio Italiano Cambi) – SIAE ,
Telefono Blu Sos Consumatori , Telefono Rosa ,Telefono Rosa Internazionale, Telefono Antiplagio ,Comitato di Cittadinanza Attiva Ambiente Legalità Azionariato
Diffuso/Federisparmiatori/Comitato Risparmiatori e piccoli azionisti Bipop-Carire ,Giovani dell’Italia dei Valori ,API Associazione Politrasfusi Italiani ,A.I.T.F. Associazione Italiana
Trapiantati di fegato ONLUS ,USICONS Associazione USI Unione Sindacale Italiana per la tutela dei consumatori e degli utenti, A.E.C. – Delegazione Italiana, CONF.AS- CONFEDERAZIONE DELLE
ASSOCIAZIONI COMITATO NAZIONALE TUTELA UTENTI ELITEL , European Consumers, Associazione La Grande Famiglia, Generazione Attiva , Cripap con il supporto del Reset Class Action National Group ).

In particolare, nel documento si auspica una interpretazione della norma: riconoscendo legittimazione attiva a tutti i cittadini (non solo quali utenti e consumatori), ivi compresi investitori
e risparmiatori riconoscendo l’applicabilità della novella procedura a tutti i diritti ed interessi collettivi non prescritti alla data di avvio dell’azione riconoscendo la
rappresentatività in giudizio degli enti esponenziali per conto dei soggetti associati prevedendo la immediata efficacia ed esecutività della sentenza per I risarcimenti
direttamente quantificabili prevedendo la trasformazione in Commissione di Liquidazione della prevista Camera di Conciliazione , per i risarcimenti non direttamente quantificabili in giudizio

Leggi Anche
Scrivi un commento