Cerano: «urgenti risorse»

“E’ assolutamente urgente rinvenire risorse finanziarie utili a ripianare il danno subito dalle 60 imprese agricole ricadenti in località Santa Lucia – Cerano, stimato in oltre 2 milioni
di euro”, perentorio il Direttore della Coldiretti Puglia, Antonio De Concilio, nel corso della riunione presieduta dall’Assessore regionale alle Risorse Agroalimenatri, Enzo Russo, con
Presidente e Direttore della Coldiretti di Brindisi, Salvatore Ripa e Franco Carbone, i rappresentanti della Provincia, del Comune e di Enel, per individuare misure urgenti a fronteggiare la
vertenza ambientale che si sta consumando a Brindisi, dove il Sindaco, con l’ordinanza n. 18 del 28 giugno scorso, ha ordinato il divieto di coltivazione e l’obbligo di distruzione delle
colture erbacee in atto e dei frutti pendenti delle colture arboree, ricadenti in un area agricola del Comune stesso su un’estensione di circa 400 ettari.

L’Assessore Russo ha assunto l’impegno di istituzionalizzare un tavolo tecnico ad hoc attraverso apposita delibera della Giunta Regionale, composto da tecnici segnalati dalle organizzazioni
professionali agricole e dallo stesso assessorato. Avrà il compito di valutare l’eventuale delimitazione dell’area, i danni già subiti delle imprese agricole ed il conseguente
risarcimento per le perdite derivanti dal blocco delle attività e dalla presunta contaminazione dell’area.

Dal canto suo l’Enel ha avanzato due proposte che entro il prossimo lunedì saranno, attraverso lo stesso Assessorato, sottoposte all’esame delle organizzazioni professionali, consistenti
nella ipotesi di convenzione con gli agricoltori per mitigare il negativo impatto ambientale causato dal nastro trasportatore ed in un progetto di filiera che coinvolga il mondo agricolo nella
produzione di energia da biomasse.

“La strada della convenzione – ha aggiunto il Direttore De Concilio – è perseguibile, nell’ambito delle opportunità offerte dalla Legge di Orientamento in agricoltura (Decreto 228
del 2001) che ha sostanziato il ruolo multifunzionale dell’impresa agricola”.

Leggi Anche
Scrivi un commento