Cantina Andriano: con spirito pionieristico verso l’apice dei Sauvignon

Cantina Andriano: con spirito pionieristico verso l’apice dei Sauvignon
In Alto Adige il Sauvignon Blanc trova dimora da oltre cento anni, eppure la sua diffusione capillare nel territorio altoatesino risale solamente alla metà degli anni ‘90: “Quarant’anni fa la superficie coltivata con la varietà Sauvignon Blanc in Alto Adige era di circa 10 ettari, di cui solo 0,5 ha si trovavano nel comune di Andriano.
Oggi sono 450 gli ettari destinati alla coltivazione di Sauvignon in Alto Adige, di cui 19 ad Andriano. Ciò rende il territorio di Andriano uno tra i più ricchi in Alto Adige per quanto riguarda la presenza di Sauvignon: il 36% della superficie totale del piccolo comune altoatesino ospita infatti la coltivazione di questa nobile varietà francese”, spiega Hansjörg Hafner, Vicepresidente di Cantina Terlano e Cantina Andriano. “In passato siamo stati tra i primi, in Alto Adige, a credere fortemente nel potenziale del Sauvignon: una filosofia che abbiamo perseguito con determinazione negli anni e che caratterizza tuttora il nostro presente. Il successo sul mercato nazionale e internazionale indica che siamo sulla giusta strada”.
 
Sin dagli albori, Cantina Andriano ha notato che la varietà Sauvignon Blanc si adatta particolarmente bene al terroir di questo lato della Val d’Adige, la destra orografica del fiume su cui sorge Andriano. “Il clima mediterraneo, la notevole escursione termica, i terreni ricchi di argilla calcarea ben areati con stratificazioni di roccia di dolomia: questi sono presupposti essenziali per la crescita ottimale del Sauvignon – prosegue Hafner -. Le viti prosperano sui pendii esposti a nord-est a un’altitudine tra i 260 e i 340 m slm e trovano protezione dagli eccessivi raggi solari diretti”. Tutti gli appassionati alla ricerca di un Sauvignon Blanc in grado di esprimersi con un frutto maturo e notevole profondità, invece delle tipiche note verdi che generalmente caratterizzano la varietà, troveranno nella linea di Andriano ciò che cercano.

Andrius e Floreado: un terroir, due vini

Sono due le etichette Sauvignon firmate Cantina Andriano: Andrius (Selezioni) e Floreado (Classici).

 
Andrius è un Sauvignon maturo, vigoroso e di grande classe e carattere, perpetuato dal vocato terreno di argilla calcarea e con un ottimo potenziale di invecchiamento. Andrius matura per sei mesi sui lieviti fini, in parte in fusti d’acciaio inox (80%) e in parte in tonneaux (20%), presenta un’ottima struttura e solletica il palato con un intrigante gioco di armonia tra acidità e succosità. Il bouquet complesso, che si distingue con sentori di albicocca, salvia, pesca e fiori di sambuco, una discreta nota speziata e il finale persistente lo rendono il compagno perfetto per le specialità della cucina italiana. Un Sauvignon che nasce in un grande terroir, in grado di invecchiare per ulteriori 4-5 anni. Una piccola curiosità: Cantina Andriano già da molti anni aveva dato vita a una selezione di Sauvignon, precedentemente etichettata con il nome Preciosa.
 
Il Sauvignon Floreado delizia invece il palato con un frutto intenso, un corpo fine e al contempo muscoloso, un’acidità equilibrata e una buona struttura. Con i suoi intensi aromi di frutta gialla e sfumature di fiori di sambuco, uva spina e frutti tropicali maturi, che si intrecciano con delicate note di fieno ed erbe, Floreado è un vino perfetto per gli aperitivi in terrazza così come in occasione di pic-nic. Al contempo, si sposa perfettamente con piatti estivi, antipasti e formaggi freschi di capra.
Leggi Anche
Scrivi un commento