Bocciatura Dimas conferma la necessità di ridiscutere i temi della sicurezza alimentare

«Esprimiamo grande soddisfazione per la decisione del Commissario Ue all’Ambiente Stavros Dimas di bocciare due varietà di mais Ogm, scelta che rappresenta finalmente la vittoria
della politica sulla burocrazia».

Così Mario Capanna, Presidente della Fondazione Diritti Genetici, commenta a nome della Coalizione «ItaliaEuropa – liberi da Ogm» la proposta di Dimas al collegio dei
commissari europei di rifiutare la coltivazione di due tipi di mais transgenici, il Bt11 della multinazionale Syngenta e il 1507 della società Pioneer, destinati alla coltivazione.
«La bocciatura è arrivata nonostante il parere favorevole dell’Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare.- continua Capanna – a dimostrazione del fatto che i temi
della sicurezza alimentare in materia di Ogm vanno profondamente ridiscussi in sede comunitaria, come renderemo evidente nei prossimi giorni con una grande iniziativa pubblica promossa dalla
Coalizione «ItaliaEuropa – liberi da Ogm».

Leggi Anche
Scrivi un commento