Bertone, Ferrero (FI): «la Regione è in ritardo»

Torino – «La Giunta ha colpevolmente trascurato di occuparsi della Bertone per troppo tempo, ora subisce le iniziative della proprietà senza poter assicurare il futuro dei
lavoratori», così Caterina Ferrero, consigliere regionale di Forza Italia, commenta la vicenda della famosa azienda automotive che, secondo quanto annunciato ieri dalla
proprietà, è in procinto di essere ceduta al gruppo Prototipo, e non all’imprenditore Rossignolo.

«E’ da due anni che i 1.300 addetti della Bertone sono in cassa integrazione – dice Ferrero – ma in tutto questo tempo non si è riusciti a individuare una soluzione ai problemi
dell’azienda. Più volte gli stessi sindacati hanno sollecitato l’impegno di una Giunta un po’ distratta, che era stata invece molto solerte nell’aiuto a Fiat, senza però curasi
delle aziende dell’indotto che versano in difficoltà più o meno gravi. Basti pensare che il fondo per l’automotive, previsto dalla legge varata per acquistare le aree di Mirafiori
e Campo Volo, non è mai stato creato. Così oggi la Giunta si trova senza strumenti, anche finanziari, per intervenire, con poco tempo a disposizione, soggetta alle decisioni
imprevedibili della proprietà. C’è davvero da essere preoccupati per la sorte dei lavoratori e per il destino di un marchio tra i più prestigiosi che il settore automotive
possa vantare».

Leggi Anche
Scrivi un commento