App-etite for Pasta, l’app Gourmet dello Chef Mario Gamba

App-etite for Pasta, l’app Gourmet dello Chef Mario Gamba

Monaco, Baviera, 30 giugno 2013
Lui è lo Chef del Ristorante Acquarello di Monaco , nominato nel 2000 “Miglior ristorante italiano in Germania” e da tempo presente nella classifica dei 100 migliori ristoranti del
mondo, nato a Bergamo, cresciuto nella svizzera francese, uno che è arrivato in cucina da autodidatta e si è perfezionato al fianco di nomi prestigiosi, da Gualtiero Marchesi a
Heinz Winkler.

L’App che ha appena lanciato per iPhone e iPad “Pasta by Mario Gamba” spiega in modo chiaro e semplice come preparare la pasta , utilizzando pochi semplici ingredienti per realizzare alcune
preparazioni di base che si prestano poi a essere personalizzate.

– Mario Gamba, nel panorama di oggi sono molti gli Chef che non amano “uscire dalla cucina” e svelare i propri trucchi. E’ evidente che lei non appartiene alla categoria!

Ho iniziato come autodidatta e sono cresciuto attraverso un iter professionale lungo e impegnativo, affiancando grandi nomi e lavorando nelle cucine di ristoranti stellati. Non credo nei trucchi,
non ci sono segreti nelle mani degli Chef che non devono essere divulgati. Dal punto di vista etico credo sia fondamentale vivere l’arte della cucina come qualcosa che può essere messa al
servizio delle persone, che va diffusa per essere trasformata in sapere per tutte le persone che la amano e che se ne interessano profondamente. La cucina non è culto, ma cultura.

–    Come è nata l’idea di un’app?

L’anno prossimo sarà quello del 20ennale per questo ristorante, l’Acquarello. Io e il mio team ci siamo messi a pensare a un progetto innovativo che potesse raccontare di me e della mia
cucina e ci siamo subito resi conto che volevamo qualcosa di attuale, di fresco e agile. Negli ultimi anni i miei corsi di cucina hanno visto scendere notevolmente l’età dei partecipanti,
che hanno in media fra i 25 e i 35 anni, e così abbiamo pensato che un’app potesse essere lo strumento giusto per arrivare a loro in modo diretto e per coinvolgere i giovani in questo
meraviglioso mondo.

– Perché la pasta come tema della prima app?

La pasta è un punto di riferimento mondiale, un piatto capace di unire diverse generazioni e diversi popoli, perché la pasta è una lingua mondiale.
La pasta è sinonimo della cultura italiana, per me è un ritorno alle origini e non potevo non dedicarle la mia prima “creazione digitale”.

–  Ci sono altri progetti in cantiere?

Visto il buon riscontro che stiamo avendo con questa prima edizione stiamo già pensando ad altri progetti e altre applicazioni, dedicate questa volta non a un singolo ingrediente ma a un
“tipo di cucina”. Ci saranno alcune ricette base della cucina classica e tradizionale che punteranno ad avvicinare questo tipo di cucina al pubblico. Sarà un sorta di scala da percorrere
un gradino dopo l’altro in modo da far conoscere la cucina e raccontare la mia identità in modo trasparente, un passo alla volta. Perché in cucina serve sapere, non si può
improvvisare.

– Ci svela un segreto – che poi tanto segreto a questo punto non è – per fare una buona pasta?

Il 70% del risultato di un piatto sta nella conoscenza dei prodotti e degli ingredienti, è tutto qui. Bisogna imparare a leggere le etichette, informarsi, usare i prodotti di stagione
avendo pazienza. Per un buon sugo al pomodoro occorre aspettare i pomodori di luglio e agosto, pazientare, non affannarsi.
Per un buon piatto servono ingredienti semplici, ci vuole rispetto e confidenza con le materie prime. La cucina attuale è leggera, ha le radici nella tradizione ma va rivisitata per andare
incontro alla gente e riconquistarla, perché il nostro obiettivo è creare desiderio di qualità e raccontare una storia, la storia di una persona e quella della cultura
italiana.

Ristorante Acquerello
Mario Gamba
Mühlbaurstrasse, 36
81677 Monaco – Germania

Tel. 0049 89 4704848
  – Fax 0049 89 476464
web: www.acquarello.com

e-mail: info@acquarello.com
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento