APERITIVO AL RISTORANTE. “AMUSE BOUCHE E WELCOME DRINK” BY CAMPARI.

APERITIVO AL RISTORANTE. “AMUSE BOUCHE E WELCOME DRINK” BY CAMPARI.

Milano, sinonimo di aperitivo italiano in tutto il mondo,  grazie a Campari porta sulla tavola di 12 tra i migliori ristoranti della città “Amuse Bouche e Welcome Drink”. Permettendo immediatamente al cliente di avere un assaggio di ciò che si appresta a degustare.
Il bitter  Campari, protagonista indiscusso dell’aperitivo milanese, grazie alla sua versatilità viene miscelato dai barman dei 12 ristoranti. Recuperando i cocktail storici con grande creatività i barman hanno ideato originali welcome drink destinati ad abbinamenti gourmet con la propria amuse bouche. Arrivando in tavola repentinamente smorza l’attesa tra l’ordine e l’arrivo delle portate.
Tutti i ristoranti aderenti hanno creato un proprio duetto amuse bouche e welcome drink appositamente per l’iniziativa. Gaetano Simonato, chef stellato e patron del Ristorante Tano passami l’olio, ne apprezza l’uso versatile tanto da riversarlo nella stessa amuse bouche:  “La prima cosa d’assaggiare è l’aria di bitter Campari, in bocca non ritroviamo altro che il sapore del Campari, ma essendo aria non c’è solidità, sotto l’aria la crema di ricotta dolciastra ci riporta un po’ in pari la bocca Poi si attacca il raviolo, dove ritroviamo l’amaro (bitter) classico del Campari, ma subito dopo la suadenza della mousse d’arancia, ci bilancia ancora la bocca, il croccante di olive nere e la crema di olive verdi ci ricorda il classico aperitivo d’un tempo”
Invece Tommaso Cecca, barman del Ristorante Trussardi alla Scala, apprezza ciò che questo veloce aperitivo va a rappresentare:  “ il welcome di aperitivo sottolinea la cura verso il cliente e predispone palato e la mente ad accogliere la degustazione dei piatti”.
Amuse bouche e Welcome drink si presentano come una coccola riservata ai clienti. Un’abitudine che negli ultimi tempi cresce, partendo dai ristoranti internazionali.
L’aperitivo ha mutato molte forme passando da aperitivo costituito da poche noccioline e un buon drink divenendo nei tempi più recenti un grande buffet accostato ad abbondanti cocktail. Pare che ora sia approdato su un altro fronte: l’aperitivo a tavola.

Così Campari restando al passo con i tempi, migliora le esperienze eno-gastronomiche dei consumatori sempre più attenti alla qualità e ricercatezza dei prodotti. Fa svolgere all’aperitivo la sua funzione naturale, ovvero quella di preparare al pasto, poiché grazie alle sue proprietà organolettiche stimola l’appetito e pulisce la bocca.
I ristoranti del circuito sono stati selezionati tra locali storici di Milano, i ristoranti di alta cucina e alcuni tra i posti più alla moda della città. Racchiudendo in una solo gruppo 12 imperdibili locali di Milano.
Gli special drink creati :
Baretto al Baglioni – Antonio Giunta Campari
“Spritz. Bitter shakerato con profumo di Gin e succo d’arancia. Campari Spritz. Negroni”
Daniel – Simone Marelli
“Campari Orange”
Don Carlos del Grand Hotel et de Milan – Claudio Pietrucci
“Passion for Campari”
El Brellin – Alessandro Amisano
“Punch d’autunno al Campari: Bitter Campari”
Finger’s – Glaucio Onorio
“Winter dry,  souer fresco con Campari ed un ombra di gin”
Il Ristorante Trussardi alla Scala – Tommaso Cecca
“Campari bisque”
Fioraio Bianchi – Simone Podda
“Fioraio Campari”
La Veranda del Four Seasons Hotel Milano – Luca Marcellin
“Mamma mia”
Sadler – Claudio Baggini
“Ginger&Tangerine Campari Spritz”
Tano Passami l’Olio – Gianina Nemtanu
“Il Rubino nel prosecco”
Turbigo – Federico Perricone
“B. Toro – Punt e Mes Carpano, Bitter Campari,Centerba”
Vun del Park Hyatt Milano – Valentina Benedetti
“#EXPOSAMI”

Per maggiori informazioni:
•         Visitare il sito dell’iniziativa: www.welcomedrink.it

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento