Alessandria: avvio e attuazione del progetto «INPA»

Alessandria – L’assessore all’Informatizzazione, Lelio Demicheli, ha informato la giunta provinciale, presieduta da Paolo Filippi, sulle modalità di avvio e attuazione
del progetto «INPA» (Interscambio di documenti protocollati tra Pubbliche Amministrazioni), che prevede l’utilizzo della Posta Elettronica Certificata come strumento per il
trattamento automatico, da parte di un sistema di protocollo ricevente, delle informazioni trasmesse da un sistema di protocollo mittente, allo scopo di automatizzare le attività e i
processi amministrativi conseguenti.

Dopo aver aderito al progetto con Deliberazione di Giunta n. 71/18368 del 17/02/2003 e su sollecitazione della Regione Piemonte, sostenitrice della diffusione del servizio nelle pubbliche
amministrazioni, con l’obiettivo di migliorarne l’efficienza operativa attraverso una drastica riduzione del cartaceo da protocollare e archiviare con lo scambio di informazioni certificate on
line, la Provincia è pronta all’utilizzo del sistema informatico, essendo già stati effettuati, completamente a carico della Regione, interventi di configurazione per la
realizzazione operativa del progetto di interscambio.

La Finanziaria per il 2008, recentemente approvata, prevede norme e obblighi specifici per il contenimento delle spese nella pubblica amministrazione, precisando come entro tre mesi dalla sua
entrata in vigore le amministrazioni non possano accettare le fatture emesse o trasmesse in forma cartacea né procedere al pagamento fino all’invio in forma elettronica e come il mancato
adeguamento a queste disposizioni comporti la riduzione nell’esercizio finanziario successivo del 30 % delle risorse stanziate in quello precedente.

L’avvio del sistema INPA comporterebbe, dunque, alla Provincia numerosi vantaggi in termini di economie di scala, quantificabili in un risparmio di circa 600 euro al giorno per le sole
spedizioni da e per gli enti locali del territorio. La proposta, pertanto, è quella di istituire un gruppo di studio e lavoro per la piena operatività e attuazione del progetto,
da svilupparsi in tre fasi: adeguamento di tutto l’ente provinciale al sistema INPA e avvio all’utilizzo (da portare a termine entro i prossimi quattro mesi); coinvolgimento dei sette centri
zona della provincia; coinvolgimento e assistenza ai Comuni inferiori.

Leggi Anche
Scrivi un commento