Al via la festa dell'asparago di Badoere. Anche la mostra diventa IGP

Morgano – Prenderà il via la prossima settimana la tradizionale Mostra dell’Asparago di Badoere, che vedrà la settecentesca Rotonda trasformarsi ancora in anfiteatro per
ospitare giardini, sfilate, manifestazioni sportive e soprattutto prodotti tipici, tra cui naturalmente sarà l’asparago locale a fare la parte del leone.

Ma se la manifestazione ricalca quest’anno un copione collaudato e di successo, la novità stavolta viene dal prodotto: l’Asparago di Badoere è IGP, Indicazione Geografica
Protetta, grazie alla certificazione transitoria nazionale in attesa dell’ok da Bruxelles. È così che la kermesse giunta alla 41esima edizione si trova a dover cambiar nome e…
colore. Il disciplinare riconosce infatti come Asparago di Badoere IGP tanto il bianco quanto il verde: d’ora in poi non di parlerà più di «Asparago Bianco di
Badoere», ma più semplicemente di «Mostra dell’Asparago di Badoere IGP».

Prima di trovare il prodotto marchiato IGP sui banchi dei negozi bisognerà attendere ancora i tempi della burocrazia, ma saranno già molti i produttori che in questa occasione
esporranno sotto i suggestivi portici della Rotonda i loro turrioni bianchi e verdi con fascetta IGP, nel rispetto dello standard definito dal disciplinare di produzione. Una vetrina, insomma,
per gustare con gli occhi un’anteprima certificata, in attesa del via libera alla commercializzazione.

Passando al programma della manifestazione, è ricchissima anche quest’anno l’offerta di appuntamenti che vede impegnate accanto alla Pro Loco e all’amministrazione comunale, molte altre
le realtà associative del paese, dalla Società Calcio alla biblioteca, dal gruppo Alpini alla parrocchia (v. programma dettagliato che segue). Ad aprire il calendario sarà
invece un ghiotto appuntamento gastronomico: sarà riproposto infatti all’Enoteca Mediterraneo, dopo il successo del debutto 2007, il gemellaggio tra asparago di Badoere e di Cimadolmo
che vedrà in tavola un menù che unisce le sponde del Sile a quelle del Piave. Si entrerà poi nel vivo della festa il 25 e 27 aprile, con l’apertura dello stand,
l’allestimento di giardini e della mostra fotografica, tiro con l’arco, artigianato, prodotti tipici e molto altro ancora. Il clou come sempre il primo maggio, giornata dedicata al principe
della primavera a tavola, l’asparago, con l’esposizione del prodotto da parte degli asparagicoltori nella cornice della Rotonda, aperta ufficialmente dalle autorità, accompagnate dallo
show degli sbandieratori di Merlara, cui seguirà nel pomeriggio la storica gara ciclistica juniores Gran Premio di Badoere. La manifestazione è inserita nell’iniziativa Germogli
di Primavera, promossa dal Consorzio delle Pro Loco Centro Marca e gestita dall’Unpli Treviso con il patrocinio della Provincia di Treviso, che riunisce in un cartellone unificato le
manifestazioni promosse dalle Pro Loco di Morgano, Cimadolmo, Zero Branco, Quinto di Treviso, Preganziol e Scorzè che hanno per protagonista l’asparago.

Leggi Anche
Scrivi un commento