50 espositori per Presidios

50 espositori per Presidios

Mancano ormai poco più di due settimane all’avvio di Presidios a Tavola e la macchina organizzativa sta mettendo a punto gli ultimi dettagli, a partire dagli espositori che hanno dato
l’adesione alla tre giorni enogastronomica di Slow Food Argentario.

Se è vero che l’idea dell’iniziativa nasce dal gioco di parole tra i Presidi di Slow Food e lo Stato dei RR. Presidios, che ha rappresentato 250 di storia per l’Argentario, non potevano
naturalmente mancare i produttori dei presidi delle regioni da cui trae origine la moderna comunità argentarina: dalla Spagna arriveranno il Cappero di Ballobar, il formaggio di pecora
Carranza, il Talo di Mungia, lo Zafferano di Jiloca, il maiale euskal txerria; dalla Campania il Cacioricotta del Cilento il Carciofo Bianco di Pertosa, la Pappacella Napoletana, il Pomodoro di
San Marzano; dalla Liguria la castagna essiccata nei tecci di Coalizzano, il Chinotto di Savona, le Tome di pecora Brigasca; dalla Toscana i nostri presidi maremmani: la Palamita, la Bottarga di
Orbetello, la Razza Maremmana, la cucina Goym di Pitigliano.

Attorno ai Presidi Slow Food, saranno presenti anche produttori delle eccellenze maremmane, alcuni in forma individuale, gli altri in forma associata come Autoctuve e Maremma Wine&Food.
Così dalla Fortezza Spagnola scendendo per le vie del centro storico di Porto S. Stefano non si gusteranno soltanto i sapori di un’enogastronomia prestigiosa, ma si vivrà
soprattutto un momento di coesione e di incontro tra comunità, culture e tradizioni diverse che ritrovano un comun denominatore nella storia dei RR. Presidios. Intanto è online il
sito ufficiale della manifestazione www.presidiosatavola.itche, insieme alla pagina su Facebook di Slow Food Argentario, viene in questi giorni costantemente aggiornato nella definizione del
programma dell’evento.

Presidios a Tavola
Porto S. Stefano
26/27/28 giugno 2010

Leggi Anche
Scrivi un commento