Zone di confine: il Governo sblocca 25 milioni di euro

Il presidente del Consiglio Romano Prodi ha firmato oggi il decreto che sblocca 25 milioni di euro per le zone di confine, il provvedimento, proposto dal ministro degli Affari regionali e le
Autonomie locali, Linda Lanzillotta, consente di sbloccare le risorse stanziate dal decreto fiscale collegato alla Finanziaria 2008 a favore dei comuni penalizzati dalla loro collocazione in
zone di confine con regioni a statuto speciale.

«Il governo ha mantenuto la parola data ai sindaci e agli abitanti delle zone di confine – commenta il ministro Lanzillotta – c’è ancora molto da fare ma le risorse sbloccate oggi
rappresentano un primo passo per affrontare in modo concreto ed efficace le necessità di queste zone». Le risorse del Fondo sono destinate al finanziamento di specifici progetti
finalizzati allo sviluppo economico e sociale dei territori dei comuni confinanti con le regioni a statuto speciale. Ad ogni singolo progetto potranno andare al massimo 300.000 euro. Per i
progetti che interessano più comuni il tetto sale a 1,5 milioni di euro. In particolare si potranno finanziare infrastrutture per migliorare i trasporti, servizi socio-sanitari, servizi
scolastici, smaltimento dei rifiuti e raccolta differenziata, informatizzazione e telecomunicazione .

Potranno accedere ai finanziamenti anche progetti per la valorizzazione e salvaguardia dell’ambiente e la promozione dell’uso delle energie alternative, per la promozione del turismo, delle
attività artigianali tradizionali e del commercio. Infine, le risorse potranno essere destinate anche allo sportello unico per le imprese e servizi di orientamento all’accesso ai fondi
comunitari, nazionali, regionali, provinciali o comunali a sostegno delle iniziative imprenditoriali.

Leggi Anche
Scrivi un commento