Viterbo: una delegazione cinese per studiare le DOP

Viterbo – Una qualificata delegazione composta da sette membri dell’Ufficio Marchi dell’Amministrazione Statale per l’Industria e il Commercio della Repubblica Popolare Cinese
sarà in visita giovedì 20 dicembre nella Tuscia, ospite della Camera di Commercio di Viterbo.

Il gruppo di esperti, guidato dal vicedirettore generale dell’Ufficio Marchi cinese la signora HOU Liye, è particolarmente interessato alla Camera di Commercio di Viterbo per l’ideazione
del marchio collettivo Tuscia Viterbese e in quanto organo di vigilanza per le DOP.
L’iniziativa è organizzata dall’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi del Ministero per lo Sviluppo economico con la collaborazione dell’Istituto per la Promozione Industriale.
Il programma della giornata prevede un primo incontro nella mattinata a Villa Tedeschi, a Viterbo, nella sede del CeFAS, dove saranno presentati i prodotti del Marchio Tuscia Viterbese e
verrà introdotto il tema delle denominazioni comunitarie in rapporto ai “marchi collettivi” previsti dall’ordinamento civilistico. A seguire visita all’Oleificio Sociale di Canino,
accolti dal sindaco Lina Novelli, per la dimostrazione di come l’olio extravergine di oliva a DOP viene tutelato e garantito nel corso del processo di produzione, conservazione e
confezionamento. In quella occasione si terrà anche l’incontro con il produttore Alessio Vaccari di Canino, licenziatario del Marchio Tuscia ed esportatore di olio DOP Canino in
Cina.
Dopo il pranzo a base di prodotti tipici nell’agriturismo “Cerrosughero”, prima del ritorno a Roma, visita all’Azienda Sciarria a Sutri, produttore e trasformatore di patate Alto Lazio
anch’essa licenziataria del Marchio Tuscia Viterbese.

Leggi Anche
Scrivi un commento