Vino, cresce il valore dell’export italiano

Vino, cresce il valore dell’export italiano

Ulteriori buone notizie per il vino italiano, capitolo export. Nei primi sei mesi del 2013, è aumentato del 10%, facendo segnare un valore del 1,1 miliardi di Euro. Come spiega Giuseppe
Martelli, direttore di Assoenologi, la Francia è più vicina (7,8 miliardi di esportazioni contro i 4,7 dell’Italia) anche se “La distanza si riduce al netto dell’export dello
champagne, 2,2 miliardi, e degli spumanti italiani, pari a 624 milioni”.

Esaminando il dettaglio, si nota come, se è diminuita la quantità del vino, è aumentato il valore, passato da 1,75 a 2,20 euro a bottiglia (+25%). Andamento simile per le
esportazioni: nonostante la crisi, sono aumentate in valore (+6,5%) ed in volume, ma calato in volume (-8,8%).

Perciò, conclude Martelli, “L’Italia, che già oggi ha una netta supremazia sui mercati cosiddetti ‘maturi’ (Usa, Germania, Svizzera, Canada) e’ quindi lanciata nella corsa per
raggiungere e superare la Francia”.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento