Versamento dei contributi 2008 alla Cassa di previdenza dei geometri

D: Volevo sapere: a) quale è il contributo soggettivo dovuto dai geometri bel 2008; b)se è dovuto anche dai pensionati che hanno la pensione a carico della cassa e che
proseguono nella professione; c) cosa pagano i geometri che iniziano la professione e che si iscrivono per la prima volta alla cassa il contributo? d) come e quando vanno versate le eccedenze
sui contributi minimi soggettivi e integrativi?

R: Per quanto attiene al contributo soggettivo obbligatorio (nel 2008 è pari al 10,50% dei redditi professionali netti fino a 130 mila euro, e al 3,5% sulle quote di reddito superiori)
è dovuto anche per i redditi prodotti nell’anno di cancellazione dalla cassa.
Tale contributo è dovuto in proporzione al reddito. Anche la contribuzione minima, per attività inferiori all’anno (iscrizioni o cancellazioni in corso d’anno), è
rapportata a mese, ma se nel corso dell’anno vi sono più periodi di iscrizione la contribuzione minima è ininterrottamente dovuta (anche il contributo minimo integrativo).

Per il 2008 il contributo soggettivo è dovuto anche dai pensionati che hanno la pensione a carico della cassa e che proseguono nella professione: il contributo minimo in tal caso viene
ridotto a un terzo a partire dal 1° gennaio dell’anno successivo alla data di decorrenza della pensione.
Per i geometri che iniziano la professione e che si iscrivono per la prima volta alla cassa il contributo soggettivo (intero e minimo) è ridotto a un quarto per i primi due anni di
iscrizione e alla metà per i successivi tre anni. Il beneficio è riconosciuto fino al 31 dicembre dell’anno in cui si compiono i 30 anni di età.
Quanto alle eccedenze sui contributi minimi soggettivi e integrativi queste devono essere versate entro il 15 settembre di ogni anno con le modalità stabilite dal Consiglio di
Amministrazione della Cassa.

Leggi Anche
Scrivi un commento