Nutrimento & nutriMENTE

Turchia: In concomitanza con il Forum sull’Acqua di Instambul, si terranno nella città di Ankara Eventi Alternativi

Turchia: In concomitanza con il Forum sull’Acqua di Instambul, si terranno nella città di Ankara Eventi Alternativi

By Redazione

Ankara – In parallelo al Forum “ufficiale” sull’acqua apertosi ad Istanbul, si terrà un Forum e altri eventi “alternativi” organizzati da molti movimenti internazionali che
non riconoscono la legittimità del Consiglio Mondiale dell’Acqua, promotore dell’incontro, e da essi accusato di essere un think-tank privato strettamente legato alla Banca
Mondiale
, alle multinazionali dell’acqua e alle politiche dei governi più potenti del mondo.   

Lo ha riferito all’ANSA Robert Ramakant, portavoce dell’organizzazione “Corporate Accountability International”, uno dei maggiori gruppi che contesta l’operato e le politiche del Consiglio
Mondiale. In particolare, ha detto il portavoce, stasera un gruppo di 118 organizzazioni da 33 Paesi presenterà ai partecipanti al Forum “ufficiale” copia di una lettera indirizzata al
segretario generale dell’Onu, Ban Ki-Moon. Nella missiva si chiede al capo dell’Onu di ritirare il proprio sostegno al Consiglio Mondiale dell’Acqua del quale si mette in dubbio la
legittimità e la trasparenza.

Secondo Omer Madra, editore dell’emittente turca Acik Radio, “la gente ritiene erroneamente che il Forum sia stato organizzato dall’Onu per ottenere una gestione ottimale delle risorse
idriche, ma il Forum Alternativo servirà proprio a smascherare questi tentativi di disinformazione”.   

Da parte loro gli attivisti turchi accusano il governo di Ankara di non riservare la dovuta attenzione ai problemi ambientali. “Da un lato il governo dichiara di voler privatizzare i fiumi – ha
detto uno degli organizzatori della contestazione – mentre dall’altro costruisce dighe e riceve i proventi per lo sfruttamento delle acque dei fiumi dalle compagnie idroelettriche.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: