Tocai, Zaia firma il decreto

Ieri il Ministro della politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia ha firmato il decreto che dispone la cessazione degli effetti del D.M. 11 febbraio 2008 relativo alle
norme transitorie per l’uso della varietà di vite “Tocai friulano” e del sinonimo “Friulano”.

Questo provvedimento è stato emanato in esecuzione della sentenza della Corte Giustizia U.E. del 12 giugno u.s. che ha sancito l’illegittimità dell’uso del termine Tocai
per designare i vini prodotti in Italia, che già utilizzavano il nome Tocai.

Pertanto, anche in Italia non potrà più essere commercializzato vino con la denominazione Tocai Friulano e sarà consentito l’utilizzo della denominazione “Friulano”
per il vino prodotto in Friuli Venezia Giulia e “Tai” per quello prodotto nella Regione Veneto.

Il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia ha commentato il provvedimento affermando che “si chiude così una vicenda che, per troppo tempo, ha
creato incertezze ai consumatori e ai produttori. Ora il nostro impegno, anche finanziario – ha proseguito il Ministro – sarà concentrato a sostenere gli sforzi dei
produttori per difendere e consolidare le posizioni storicamente acquisite sul mercato europeo ed internazionale dal vino Tocai, attraverso le nuove designazioni Friulano e Tai”.

Leggi Anche
Scrivi un commento