TLC: accordo con Fastweb e Infratel per banda larga

Il Ministero delle Comunicazioni, Infratel e Fastweb, hanno siglato ieri un accordo per favorire lo sviluppo di infrastrutture in larga banda su tutto il territorio nazionale, con l’obiettivo
di ridurre così il digital divide.

L’obiettivo dell’accordo è quello di individuare le forme perseguibili di sinergia sul territorio per creare un’infrastruttura evoluta ed integrata abilitante alla banda larga per
erogare servizi evoluti e innovativi. A questo fine, il Ministero, Infratel e Fastweb valuteranno anche l’impiego di tecnologie innovative in grado di abbattere i costi e i tempi di
realizzazione delle infrastrutture.

L’intesa è nata dalla consapevolezza delle parti che la carenza di disponibilità di servizi di comunicazione in banda larga determina l’emarginazione di fasce di popolazione e
aree economiche dai flussi di informazione e dall’economia della conoscenza e che ciò si traduce in una diminuzione dei diritti della cittadinanza e della competitività del
territorio.

Il Ministero, Infratel e Fastweb si impegnano con un Memorandum of Understanding a condividere le informazioni circa la pianificazione degli interventi nelle aree di divario digitale, tenendo
conto dei programmi di infrastrutturazione attuati e pianificati dal Ministero in accordo con le Regioni e dei programmi di investimento di Fastweb, che dalla sua nascita ha già
investito oltre 3,6 miliardi di euro nella realizzazione di una rete di nuova generazione.

I firmatari si impegnano inoltre a definire i requisiti tecnico-economici per l’acquisizione da parte di Fastweb delle infrastrutture di telecomunicazione.

Per monitorare l’attuazione dei contenuti dell’accordo sarà costituito un tavolo tecnico tra le parti.

Leggi Anche
Scrivi un commento