Superinps, a gennaio pronto il tavolo tecnico per la riforma

Il governo ha dato mandato al ministro del Lavoro, Cesare Damiano, di preparare un ‘paper’ sul riordino degli enti previdenziali che costituirà la base del prossimo incontro previsto per
la metà di gennaio 2008. Lo quanto annuncia una nota della Presidenza del Consiglio in cui si precisa che «il paper conterrà la sintesi degli elementi condivisi nella
riunione odierna e l’agenda del percorso concertativo per l’applicazione del protocollo di luglio».

Le Confederazioni del commercio e dell’artigianato condividono la necessità di una riorganizzazione e razionalizzazione degli enti previdenziali ma giudicano «estremamente
difficile il raggiungimento dell’obiettivo di risparmio stimato in 3,5 miliardi di euro in un decennio».
Per questo Confesercenti, Confcommercio, CNA, Casartigiani e Confartigianato sono contrarie alla clausola di salvaguardia per compensare il mancato raggiungimento dell’obiettivo di risparmio,
l’aumento dello 0,09% della contribuzione relativa a tutte le gestioni pensionistiche, a partire dal 2011.
«Il rischio e’, ancora una volta, quello di far ricadere sul costo del lavoro eventuali inefficienze e inadeguatezze derivanti dalla gestione della riforma. In ogni caso, l’azione di
razionalizzazione va ancorata a criteri di management più virtuosi e competitivi nonché – sostengono le organizzazioni – alla messa punto di modelli organizzativi capaci di
realizzare economie di scala con la messa in rete di servizi».

Leggi Anche
Scrivi un commento