Studenti «eccellenti», Fioroni: «anche grazie a loro la scuola è migliore»

I nostri studenti, se stimolati, dimostrano capacità, voglia di fare, di studiare, di competere, e soprattutto contribuiscono a migliorare il funzionamento di tutto il sistema
scolastico.

I dati sulle eccellenze nella scuola italiana ci dicono che nell’ultimo anno c’è stato un aumento significativo degli studenti più bravi, di quelli che prendono la lode alla
maturità, ma anche di quelli che partecipano e vincono alle competizioni.

Sono sicuro che continuando sulla strada degli incentivi al merito e offrendo ai giovani una scuola ricca di opportunità e di confronti, anche ad alto livello, si innescherà un
meccanismo virtuoso che spingerà tutti a puntare sempre verso l’alto, rendendo la scuola un luogo migliore.

Leggi Anche
Scrivi un commento