Siglato l’accordo per il prezzo del latte in provincia di Brescia

Siglato l’accordo per il prezzo del latte in provincia di Brescia

Dopo una lunga e difficile trattativa, Assolatte e Coldiretti hanno siglato un accordo per il prezzo del latte alla stalla della provincia di Brescia, la più grande ed importante area
produttiva del paese.
L’accordo, valido dal 1 ottobre 2009 al 31 al marzo 2010, prevede il pagamento di 31 centesimi per litro di latte consegnato alle industrie (a cui si aggiungono i premi per la qualità e
l’IVA).

“È un accordo oneroso per l’Industria lattiero casearia italiana, con valori abbondantemente superiori a quelli dell’attuale mercato europeo – commenta Giuseppe Ambrosi, Presidente di
Assolatte – che abbiamo firmato sperando che possa contribuire a smorzare le polemiche e gli attacchi strumentali di cui siamo stati oggetto negli scorsi mesi. È la nostra risposta a chi
dice che l’industria italiana non valorizza adeguatamente il latte nazionale. Nessun produttore di latte europeo, infatti, riceve importi di questo livello. Ci siamo assunti l’onere di siglare –
ha concluso – per senso di responsabilità nei confronti dei produttori, per ribadire che Assolatte e l’industria lattiero casearia italiana fanno fatti, non parole”.

L’intesa arriva in un momento particolarmente complesso: i consumi di latte e derivati ristagnano, i prezzi all’ingrosso e al consumo dei nostri prodotti sono diminuiti e sono oggetto di continue
promozioni sugli scaffali della distribuzione. Anche le esportazioni, a causa della crisi economica, hanno sacrificato importanti quote di mercato in questi mesi appesantendo ulteriormente il
mercato interno.

“Da sempre Assolatte rappresenta il meglio delle imprese di trasformazione del paese – ha commentato Adriano Hribal, delegato della presidenza dell’associazione – imprese che sono portatrici nel
mondo del solo vero made in Italy e che sono perfettamente coscienti del valore dei propri prodotti. L’industria è il motore della filiera del latte e garantisce una produzione annuale di
un miliardo di chili di formaggi di grande qualità, di 3 miliardi di litri di latte sicuro e garantito, tonnellate di yogurt, burro e panna. Un mix di eccellenza che garantisce a tutti gli
anelli della filiera redditi più elevati e ai consumatori italiani una qualità senza pari. L’accordo rappresenta un invito esplicito alle persone di buona volontà ad
abbandonare le sterili polemiche e l’effluvio di dichiarazioni prive di contenuti per riprendere la strada costruttiva del dialogo senza illegittime invasioni di campo – ha concluso
Hribal.”

Nata nel 1945, Assolatte – Associazione Italiana Lattiero Casearia – è una libera associazione industriale. Assolatte è l’organo nazionale preposto a rappresentare e tutelare gli
interessi economici e sindacali delle imprese che operano nel comparto lattiero caseario.
Le 300 realtà che aderiscono ad Assolatte rappresentano, in termini di fatturato, il 90% dell’intero comparto industriale nazionale del settore lattiero caseario.

Leggi Anche
Scrivi un commento